Blog

Antibiotico Resistenza Toscana

Posted by:

Antibiotico Resistenza Toscana

Uso di antibiotici in Toscana e antibiotico-resistenza

Laepidemia da COVID-19 sembra comportare un aumentato rischio di antibiotico-resistenza. Molti pazienti ricevono antimicrobici per tenere sotto controllo infezioni secondarie e per la necessità di eseguire procedure invasive. Uno studio retrospettivo ha mostrato che oltre il 70% dei pazienti con Covid aveva ricevuto un trattamento, anche se l’infezione, batterica o fungina, era documentata solo nel 10% dei casi.

Le condizioni di stress cui è sottoposto il personale possono ridurre l’efficacia dei programmi di antimicrobial-stewardship e il ricorso massiccio al teleconsulto può aver causato iper-prescrizione di antibiotici. Anche qui l’aiuto può arrivare da un nuovo modo di intendere la microbiologia, facendo ricorso ai “database” degli isolamenti realizzati nel territorio. Si rivela sempre più produttiva la  gestione dei dati sulle tipologie di isolamento microbico e di antibiotico-resistenza.  Rappresenta “il valore aggiunto” che, dopo anni di impegno e lavoro costruttivi, viene offerto tramite un asset auspicato ed edificato con sacrifici e solo in apparenza intangibile, come l’informatica.

L’analisi dei dati in microbiologia, come in altri campi della Medicina, rappresenta oggi la nuova frontiera professionale, capace di orientare la “gnoseologia” applicata microbiologica e le decisioni da prendere (ogni giorno): è una evidence-based-medicine, tanto più importante quanto più ricca è la fonte numerica. Un esempio è dato dalla Regione Toscana: da tempo è avviata su questa strada; la pubblicazione dei dati relativi al 2019 sulle resistenze lo testimonia.

Gestire i dati microbiologici è sicuramente una parte del Governo Clinico. Proviamo a sottolineare alcune voci di sicuro interesse, rimandando alla pubblicazione altri aspetti peculiari, come la casistica pediatrica, quella delle RSA o di fine vita.

Urinocolture. Quali sono le caratteristiche degli isolati batterici? Il database esaminato contiene 67.948 stipiti (nel 2019). Le specie batteriche più frequenti sono: Escherichia coli, Klebsiella pneumoniae ed Enterococcus faecalis. Rispetto al 2018, si rileva una riduzione del 7% del numero complessivo degli isolati. E. coli rappresenta da sola oltre la metà dei ceppi (54%). Le specie dei Gram – costituiscono il 86% della casistica. La resistenza più comune per E.coli riguarda l’ampicillina (51,4%),

Emocolture. Quali sono le caratteristiche degli isolati? Gli episodi di batteriemia e fungemia, monitorati dalla Rete di Sorveglianza Microbiologica e dell’Antibiotico-Resistenza Toscana – SMART, nel 2019, sono stati 6.887. Nel 35% dei casi è stato isolato un batterio Gram+, nel 58% un Gram- e nel 7% una specie di Candida.

E. coli è risultata la specie più frequente, con 2.503 isolamenti ed un tasso di incidenza risultante di 67,1/100.000 abitanti, corrispondente al 33% del totale. La multi-resistenza (MDR), in E. coli, appare in diminuzione (13,2% nel 2019; 17,2% nel 2017) anche se le percentuali riscontrate sono ancora più alte della media nazionale (11,4% nel 2018) ed europea (6,2% nel 2018).

Staphylococcus aureus è stato riscontrato in 1.312 casi con un tasso di 35,2/100.000 ab., corrispondenti al 18% degli episodi infettivi. La frequenza di MRSA (ceppi meticillino resistenti) appare in riduzione: 26% nel 2019; 30,8% nel 2018 e 2017; il dato è minore rispetto alla media nazionale del 34% (2018), ma superiore alla media europea (16,4% nel 2018).

Gli isolamenti di Klebsiella pneumoniae sono stati 1.172 (16% del totale), contro i 1.050 dell’anno scorso. Il tasso nel 2019 è pari a 31,4/100.000 ab. Rispetto a quanto riscontrato nelle urinocolture, gli isolati nel sangue di K. pneumoniae presentano maggiori percentuali di resistenza verso tutti gli antibiotici testati. Complessivamente, la resistenza ai carbapenemi torna a salire, dopo una flessione nel 2018: nel 2019 il valore rilevato è del 33% (29,1% nel 2018; 35,5% nel 2017), contro il 26,8% della media nazionale nel 2018 e il 7,5% europeo, sempre del 2018. A completare un quadro ancora preoccupante, si segnala un incremento della multi-resistenza. La condizione è presente nel 40,1% degli isolati del 2019. Era il 33% nel 2018 ed il 38,9% nel 2017: la media nazionale (2018) era 24,8% e quella europea (sempre nel 2018) del 19,6%.

Tra gli enterococchi, Enterococcus faecalis viene segnalato in 696 batteriemie (9%), Enterococcus faecium in 389 (5%). Pseudomonas aeruginosa in 511, corrispondenti al 7%. Il fenomeno della multi-resistenza in Pseudomonas spp appare al momento controllato: si riscontra infatti nel 5,7% degli isolati del 2019 (8,7% nel 2018; 14,7% nel 2017), contro la media nazionale (riferita al 2018) del 14,9% e quella europea (sempre del 2018) pari al 12,8%.

L’evidenza dei numeri conferma che le infezioni da enterobatteri produttori di carbapenemasi (CPE), o resistenti ai carbapenemi con altri meccanismi (CRE), sono diventate nel corso di pochi anni una concreta minaccia in sanità.

La descrizione analitica fornita dall’ARS Toscana ribadisce, ancora una volta, il valore aggiunto dei data-base e dell’informatica in campo microbiologico.

BIBLIOWEB:

L’antibiotico-resistenza e l’uso di antibiotici in Toscana – Documenti ARS Toscana  n.107, giugno 2020 (in PDF allegato)
Infezioni ospedaliere in aumento, Parola di SDO http://newmicro.altervista.org/?p=7281
New Delhi chiama, Toscana risponde http://newmicro.altervista.org/?p=6483
Sorvegliare le resistenze: chi, come, dove e quando http://newmicro.altervista.org/?p=6159
Infezioni ospedaliere: in Italia siamo ultimi http://newmicro.altervista.org/?p=5471
Antibiotico resistenza Upgrade sorveglianza http://newmicro.altervista.org/?p=5412
La Stewardship dell’Antibioticoterapia http://newmicro.altervista.org/?p=1451
Antimicrobial Stewardship europea for children http://newmicro.altervista.org/?p=4962
Monitoring Antimicrobial Resistance http://newmicro.altervista.org/?p=4601
World Antibiotic Awareness Day http://newmicro.altervista.org/?p=3487
Microbiologi Europei http://newmicro.altervista.org/?p=2922

 L’antibiotico-resistenza e l’uso di antibiotici in Toscana – Documenti ARS Toscana  n.107, giugno 2020 (Pdf)

Un Click per Leggere

 


Articoli correlati:

0
Assunta Sartor

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni