Blog

Pseudomonas International

Posted by:

Pseudomonas International

Allarme per il ceppo messicano “VIM – CRPA”

Ritorna lo spauracchio Pseudomonas aeruginosa, germe particolarmente temuto per la sua capacità di formare biofilm, con una variante evidenziata in Messico, in seguito all’epidemia in corso nel paese centroamericano. Il controllo della diffusione di P. aeruginosa rappresenta una sfida difficile per gli ospedali. Il batterio comunemente contamina le fonti d’acqua, le superfici del lavandino e gli scarichi e, tramite aerosol, può diffondersi alle mani dello staff sanitario o di altre persone. P. aeruginosa è una delle principali cause di infezioni associate all’assistenza sanitaria, in Europa.

E’ il tema di una nota del Rapid Risk Assessment del Centro Europeo per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie (ECDC), sul rischio di introduzione e ulteriore diffusione di Pseudomonas aeruginosa produttore della metallo-lattamasi (VIM) con resistenza ai carbapenemi (VIM – CRPA), nelle strutture sanitarie dell’Unione Europea (UE) e dell’Area Economica Europea (AEE), in seguito all’epidemia in corso in Messico

Il “ECDC” raccomanda alle autorità sanitarie nazionali di sensibilizzare l’opinione pubblica e gli operatori sanitari, sul rischio di contrarre infezioni (ICA) da batteri resistenti ai farmaci durante procedure mediche e ospedalizzazioni all’estero, specialmente in strutture sanitarie con scarsi livelli di prevenzione e controllo delle infezioni. La sensibilizzazione e l’informazione, degli operatori sanitari, potrebbe facilitare la tempestiva rilevazione di potenziali casi ed il conseguente controllo di una possibile diffusione.

Il Ministero della Salute ha trasmesso tale alert, con proprio comunicato, a tutti gli stakeolder istituzionali,  allo scopo di permettere azioni informate e coordinate da parte delle autorità sanitarie. Hanno importanza strategica la sorveglianza epidemiologica a livello locale e la tempestiva segnalazione dei casi al Ministero della Salute.

I pazienti possono acquisire P. aeruginosa principalmente attraverso il contatto con le mani contaminate di operatori sanitari, visitatori o con l’ambiente. Ma la diffusione riguarda potenzialmente anche una vasta gamma di dispositivi (medici e non) e strumentari, come  broncoscopi, attrezzature per intubazione orale, dispenser di sapone disinfettante, tamponi orali e acqua minerale in bottiglia, disponibile in commercio: tutti sono stati identificati come potenziale fonte di focolai epidemici, in ospedali ed in altre strutture sanitarie.

L’ECDC raccomanda di migliorare ed aumentare la sorveglianza, lo screening e l’isolamento preventivo di pazienti che sono stati trasferiti da, o hanno avuto contatti recenti con ospedali o altre strutture sanitarie, in paesi con un’alta prevalenza di batteri resistenti a più farmaci, incluso CRPA, al fine di limitarne la diffusione.

In particolare, a causa della violazione degli standard nella sterilizzazione di dispositivi e strumenti medici presso l’ospedale Grand View di Tijuana, i pazienti che hanno effettuato procedure invasive, in questa struttura, devono essere sottoposti, come precauzione, a test per l’epatite B, l’epatite C e Hiv.

Nonostante l’internazionalizzazione strisciante, non abbiamo bisogno di importare super-batteri di questo tipo: prevenzione e sorveglianza sono le prime due attività  da implementare, in Sanità.

BIBLIOWEB:

ECDC – Rapid Risk Assessment Outbreak of VIM producing Carbapenem-resistant P. aeruginosa linked to medical tourism to Mexico (in PDF allegato)
Ministero della Salute Circolare Rapid Risk Assessment dell’ECDC: epidemia da Pseudomonas aeruginosa VIM-produttore e resistente ai carbapenemi (VIM – CRPA) (0008302-18/03/2019 – DGPRE – DGPRE – P) (in PDF allegato)
L’antibioticoresistenza resiste http://newmicro.altervista.org/?p=5719
Infezioni ospedaliere: in Italia siamo ultimi http://newmicro.altervista.org/?p=5471
Antibiotico resistenza Upgrade sorveglianza http://newmicro.altervista.org/?p=5412
Smart Antimicrobial Stewardship http://newmicro.altervista.org/?p=5177
Antimicrobial Stewardship in metrò http://newmicro.altervista.org/?p=4703
Monitoring Antimicrobial Resistance http://newmicro.altervista.org/?p=4601
Antimicrobial Stewardship e Commento microbiologico http://newmicro.altervista.org/?p=4533
Antimicrobico-resistenza: nuovi scenari http://newmicro.altervista.org/?p=3618
Superverme http://newmicro.altervista.org/?p=3457
La black List dei batteri http://newmicro.altervista.org/?p=2377
La stewardship dell’antibioticoterapia http://newmicro.altervista.org/?p=1451
Darwin, Mendel, Fleming e i superbug http://newmicro.altervista.org/?p=1057

 Rapid Risk Assessment Outbreak of VIM producing Carbapenem-resistant P. aeruginosa linked to medical tourism to Mexico – ECDC; Ministero della Salute  _ Circolare Rapid Risk Assessment, 11 marzo 2019 (PDF)

Un Click per Leggere



Articoli correlati:

0
Michele Schinella

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni