Blog

HIV & Sinergie pericolose: Linee Guida per combatterle

Posted by:

HIV & Sinergie pericolose: Linee Guida per combatterle

Leproblematiche legate all’HIV, già di per sè complesse, diventano ulteriormente “difficili” in relazione alle caratteristiche comportamentali delle persone  ed alle associazioni con altre  patologie, in particolare infettive. L’assunzione di sostanze stupefacenti rappresenta uno dei problemi di maggiore impatto sulla salute pubblica, in considerazione delle conseguenze  a  carico del singolo consumatore e dell’intero contesto sociale. Le Linee di Indirizzo, prodotte dalla Task force ministeriale, integrano l’aspetto dipendenze col mondo AIDS, completando le Linee Guida prodotte da Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali (SIMIT) col Ministero della Salute.

Torniamo alle “Nuove linee di indirizzo per lo screening e la diagnosi delle principali patologie infettive, correlate all’uso di sostanze nei Servizi per le Dipendenze” realizzato dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS), attraverso il Gruppo Tecnico Interregionale Dipendenze e dal Dipartimento Malattie Infettive – Centro Operativo AIDS, diretto da Barbara Suligoi.

Nella Prima Parte vengono descritte le fonti dei dati e riassunta l’epidemiologia di HIV/AIDS, HBV, HCV e sifilide, per poi fornire indicazioni operative, rivolte ai Servizi per le dipendenze/ tossicodipendenze (SerD/SerT), entrando nel campo specifico delle procedure operative per l’esecuzione dei test diagnostici.

Nella Seconda Parte, con Schede di Sintesi, vengono trattati gli screening per le infezioni da HIV, HBV, HCV, Sifilide ed approfondimenti per gruppi di popolazioni: chiude la trattazione il documento finale, elaborato nell’ambito del corso “procedure d’offerta dei test per lo screening e la diagnosi delle principali patologie infettive correlate all’uso di sostanze negli utenti dei SerD/SerT”.

Come accennato, queste Linee Guida integrano quelle prodotte dagli infettivologi della Società italiana di malattie infettive e tropicali (SIMIT) con il Ministero della Salute,  per la gestione dei pazienti con infezione da HIV e per la prescrizione della terapia antiretrovirale. Il Gruppo di lavoro SIMIT ha adottato un sistema di valutazione basato sul modello P.I.C.O (Popolazione target, Intervento, Confronto e Outcome), mutuato dal sistema GRADE.

La descrizione del metodo PICO è trattato nella Sezione 1 delle LG SIMIT (i principali quesiti clinici nel paziente adulto), mentre nella Sezione 2 (aspetti peculiari di gestione del paziente e della terapia antiretrovirale) vengono trattate la Continuità di cura, i Modelli di Gestione Assistenziale, la Valutazione e preparazione del paziente, l’Aderenza, la Qualità della Vita, la Farmacologia e le Interazioni farmacologiche.

La  Sezione 3 tratta delle Patologie Associate all’infezione da HIV, nella S4 il tema sono le Popolazioni cui porre attenzione, nella S 5 il focus è su Questioni specifiche (Detenzione; Abuso di Sostanze; Profilassi Pre e Post Esposizione; Trapianti; Vaccinazioni; Costi della terapia antiretrovirale e farmaci equivalenti).

La terapia antiretrovirale (ART) è oggi “consolidata” e riconosciuta di indubbio beneficio, per la persona con HIV, per bloccare la replicazione virale, prevenire le complicanze ed evitare la forma conclamata della patologia detta AIDS (Sindrome da Immunodeficienza Acquisita), garantendo oggi una prospettiva di vita a lungo termine del paziente. Nel contempo è uno strumento efficace per ridurre notevolmente la possibilità di trasmettere l’infezione (TasP).

Al momento non è possibile eradicare l’HIV (ossia guarire definitivamente da essa), ma la diagnosi tempestiva e la presa in carico dei pazienti, da parte delle strutture competenti, oltre che servire alla cura dei pazienti stessi, rappresentano un intervento di sanità pubblica, in grado di ridurre la trasmissione del virus. La terapia richiede un’assunzione assidua, esigendo per questo una tollerabilità sostenibile dal paziente al fine di garantire la continuità della cura e l’indispensabile “compliance”. Da un punto di vista pratico è bene ricordare come sia possibile somministrare vaccini vivi sia simultaneamente, sia in tempi diversi.

L’immanente ingegnerizzazione della conoscenza in questo settore, ci ricorda la necessità di un costante adeguamento. A noi aggiornarci, anche  “metabolizzando” queste linee guida.

BIBLIOWEB:

Nuove linee di indirizzo per lo screening e la diagnosi delle principali patologie infettive correlate all’uso di sostanze nei Servizi per le Dipendenze – 2017 (allegato PDF-FlipBook)
Linee Guida italiane sull’utilizzo della Trapia antiretrovirale e la gestione diagnostico-clinica delle persone con infezione da HIV-1- SIMIT, Ministero della Salute – Ed. 2017 (in PDF-FlipBook)
HIV Day   http://newmicro.altervista.org/?p=3562
Linee guida 9.0 per Hiv   http://newmicro.altervista.org/?p=3555
HIV upgrade 2017   http://newmicro.altervista.org/?p=3193
Focus on HIV  http://newmicro.altervista.org/?p=1076

  Linee Guida sulla Terapia anti-retrovirale – SIMIT / Ministero della Salute, 2017 (PDF-FlipBook)

Un Click per Leggere

  Linee di Indirizzo – ISS, 2017 (PDF-FlipBook)

Un Click per Leggere



Articoli correlati:

0
Lucia Collini

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni