Blog

Fascicolo sanitario elettronico: chiedilo al sito

Posted by:

Fascicolo sanitario elettronico: chiedilo al sito

Qualcuno può pensare che il Fascicolo Sanitario Elettronico sia una chimera, e spesso ci sono voci e “sentito dire” che possono ricordare le fake news. Ma c’è un modo “certificato” per avere risposte inoppugnabili sullo stato dell’arte, in Italia e nelle singole regioni: si tratta di interrogare il sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale del Fascicolo Sanitario Elettronico – FSE (vedi Link).

Ognuno può accedervi (semplicemente) e cercare le risposte ed i chiarimenti a livello nazionale e regionale. Navigando in questo  sito Governativo, si può partire proprio da una succinta spiegazione del che cosa è il FSE e scendendo nella schermata (subito sotto), c’è il “monitoraggio e cruscotto” sullo stato d’attuazione regione per regione, in forma grafica, delle tre tipologie di utilizzatori del FSE, ossia cittadini, medici e aziende sanitarie.

Per quanto riguarda l’utilizzo, scopriamo che i “cittadini” sono in testa a Trento (60%), in Lombardia (53,5%) ed in Sardegna (51%), mentre Abruzzo, Campania e Umbria sono a zero. Per gli utilizzatori “medici” è in testa la Valle d’Aosta (95%), seguita da Sardegna (52%), Emilia Romagna e Trento (50%), mentre in Abruzzo, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Molise, Toscana e Umbria non sono segnalati medici che l’utilizzano. Infine i dati delle Aziende Sanitarie: al 100% c’è Trento, seguita al 99,86% dalla Toscana ed al 76,83% dalla Lombardia. Niente aziende segnalate in Abruzzo, Campania, Lazio ed Umbria.

Scopriamo che il nucleo minimo delle informazioni e documenti del Fascicolo è costituito da:

·         dati identificativi e amministrativi dell’assistito;
·         referti;
·         verbali di pronto soccorso;
·         lettere di dimissione;
·         profilo sanitario sintetico;
·         dossier farmaceutico;
·         consenso o diniego alla donazione degli organi e tessuti.

Oltre che nel sito, i servizi del FSE erogati dalle Regioni, con gli indicatori di monitoraggio e di attuazione, sono riportati nella proposta di documento per la Commissione d’inchiesta della Camera sulla digitalizzazione delle pubbliche amministrazioni, in merito al FSE. Le priorità di intervento, che il documento indica sul FSE  e sull’utilizzo di una piattaforma integrata per l’erogazione dei servizi on-line, devono tener conto, oltre che degli approfondimenti regionali e del controllo periodico sulla realizzazione e l’utilizzo del FSE, delle recenti indicazioni formulate dal Tavolo tecnico, per il monitoraggio dell’attuazione del FSE, istituito dal Ministero della Salute.

I documenti e le informazioni cliniche dovranno prevedere i contenuti minimi e essere resi disponibili in formato CDA2 (standard di strutturazione del documento), secondo le specifiche che saranno prodotte dai gruppi di lavoro recentemente costituiti ad hoc, nell’ambito del Tavolo tecnico. Il documento segnala altri necessari provvedimenti:

interventi IT, finalizzati ad ottimizzare e, dove possibile, standardizzare i processi clinico-assistenziali delle Aziende sanitarie, pubbliche e private, per la realizzazione del dossier sanitario e del sistema di gestione documentale;

- adozione di regole e standard condivisi, destinati all’implementazione di reti e infrastrutture IT e finalizzati a garantire, tra le altre cose, la disponibilità, l’integrità e la riservatezza delle informazioni proprie del Sistema Informativo della PA (sicurezza);

- piano di comunicazione, formativo/informativo, per il coinvolgimento degli operatori sanitari e per l’acquisizione del consenso (i.e. consuntivazione) del cittadino.

BIBLIOWEB:

 Fascicolo Sanitario Elettronico – Agenzia per l’Italia Digitale (PDF-FlipBook)

Un Click per Leggere



Articoli correlati:

0
Marco Pradella

About the Author

sito web e modulo per contatto: www.labmedico.it
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni