Blog

E’ nata NUSA

Posted by:

E’ nata NUSA

Super rete Dati tra MMG e ASL

Condividere i dati sulla realtà ospedaliera e di distretto, con quella dei medici di medicina generale è l’obiettivo della Fondazione Nu.Sa (Nuvola per la sanità), annunciata a fine settembre e voluta da Fimmg e Federsanità Anci, coinvolgerà i circa 28 mila medici di famiglia della Fimmg e le 166 strutture sanitarie (su oltre 200) aderenti a Federsanità Anci.

La Fondazione ha come scopo la promozione e l’utilizzo del “cloud” per l’integrazione delle cure e la gestione delle cronicità con l’obiettivo di contribuire a migliorare la qualità dell’intervento sociosanitario a fronte di una contestuale razionalizzazione dei relativi costi, perseguendo esclusivamente finalità di solidarietà sociale.
Nu.Sa si differenzia perché in sanità l’informatica ha puntato sul primo livello organizzativo, le infrastrutture di base (procedure amministrative, flussi regionali e ministeriali, de materializzazione, prenotazioni, certificati, prescrizioni, referti).

Nu.Sa invece svilupperà un approccio complementare orientato ai problemi di salute e alla realizzazione di ‘Cartelle territoriali’, particolarmente importanti per malati cronici e fragili con più patologie come gli anziani, fornendo una migliore risposta al bisogno assistenziale e una maggiore sostenibilità dei relativi costi, con vantaggio sia per gli utenti del servizio che per i soggetti coinvolti a vario titolo nella sua erogazione.

Sarà ovviamente garantita la più assoluta riservatezza e il più ampio rispetto dei suoi diritti fondamentali e della sua dignità.
I dati personali in grado di rivelare lo stato di salute delle persone sono, infatti, di particolare delicatezza, e per questo definiti ‘dati sensibili’, e non possono essere diffusi.
Ciò premesso, la loro corretta gestione è rilevante per il governo delle patologie croniche e l’organizzazione dell’erogazione dei servizi.

L’informazione ‘nativa’ digitale costituisce la base necessaria, preliminare, indispensabile per un processo di ristrutturazione del sistema salute, che può fare affidamento su dati digitali completi, validi, aggiornati, riutilizzabili in formato aperto, accessibili e trasparenti.
La qualità, la sicurezza, la protezione dei dati personali in sanità sono garantite ‘solo’ in un sistema di dati digitali che permette di superare i vincoli di operare con un approccio misto analogico/digitale, con una cultura ancora molto vicina alla gestione per ‘pratiche, per ‘fascicoli’, per ‘schede’, per ‘cartelle’, ecc. perdendo di vista la unitarietà dei dati sanitari, la loro scambiabilità, la loro disponibilità in rete”.

BIBLIOWEB:

http://www.fondazionenusa.it/

http://www.fimmg.org/

http://www.federsanita.it/

   In allegato la Documentazione relativa  in formato PDF

Click per il download del Documento



Articoli correlati:

0
Sergio Galmarini

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni