Blog

BMJ commenta la Gelli

Posted by:

BMJ commenta la Gelli

Responsabilità professionale e sicurezza delle cure

Siamo a più di un anno dall’entrata in vigore della legge e si sono susseguiti i decreti attuativi a completamento, di una buona legge sui temi trattati. Non a caso si sono susseguite le sentenze delle Corti di Cassazione a sottolineare la positività della legge ed il “cambio di passo” correlato  all’adozione dei nuovi concetti in essa contenuti, con giudizio positivo da parte della magistratura giudicante. Ma anche il mondo scientifico ha accolto favorevolmente la legge. A conferma riprendiamo una citazione d’autore “significativa”.

Il British Medical Journal (BMJ), una delle più influenti riviste al mondo, ha dedicato un editoriale alla legge 8 marzo 2017 n. 24, meglio conosciuta come legge Gelli. L’analisi della Legge considera “un passo coraggioso, da parte di un Paese del G8, verso l’obiettivo di ridurre i danni evitabili nella sanità”: nel contesto europeo, in Italia  “La sicurezza del paziente diventa un diritto”.

La prestigiosa rivista di medicina generale peer-reviewed, continua plaudendo alla legge, specificando che  in Europa solo la Danimarca (2014) ha una legge simile, sottolineando che “l’Italia è il secondo Paese ad avere una legge sulla sicurezza del paziente che riunisce diversi aspetti”, dalla sicurezza alla trasparenza, al giusto indennizzo in caso di danno, ma anche alla difesa del medico che opera secondo le linee guida e le buone pratiche della sicurezza.

Nell’articolo vengono riassunti i tre principi fondamentali. Viene riconosciuta la sicurezza come diritto, si stabilisce che un medico è tutelato contro eventuali cause se vengono seguite le linee guida, riconosciute dall’Istituto Superiore di Sanità, relegandone il verificarsi al solo caso di dolo o negligenza. Viene stigmatizzata la tutela del medico, fondamentale in un periodo in cui le cause contro gli operatori sanitari sono sempre più frequenti.

Viene considerato anche il contrasto della legge alle pratiche di medicina difensiva, che potrebbero nuocere al paziente, venendo trattate, di riflesso, come possibile fonte di contenzioso. Secondo il BMJ “la nuova legge aiuta a creare uno spazio sicuro per i clinici dove i verbali ed i documenti relativi alla gestione del rischio clinico (Risk management), non possano essere acquisiti o utilizzati come parte di azioni legali contro i professionisti della salute”.

Ma non tutto è elogio. La rivista sottolinea anche di “un’occasione mancata”, riferendosi al non aver trovato spazio, all’interno della nuova Legge, per “un più ampio coinvolgimento dei pazienti e delle loro famiglie”, in particolare il ruolo che questi avrebbero potuto giocare nello sviluppo delle linee guida e delle pratiche di sicurezza. Nonostante il fallimento nella comunicazione sia una delle prime cause di eventi avversi e dei contenziosi, non si accenna ad un miglioramento della comunicazione tra i pazienti ed i professionisti della salute.

Da questo punto di vista “l’Italia è ancora lontana dall’approccio che vede il paziente al centro”. Inoltre, secondo gli esperti, resta nella legge il riferimento ambiguo alla “grave negligenza”, che potrebbe continuare a portare i medici davanti ai giudici, oltre che un accento non critico verso il rispetto delle linee guida, che potrebbe essere visto come un modo indiretto per limitare la libertà di decisione del medico, quando, ad esempio, cerca di personalizzare la cura.

Dopo la ri-lettura del redazionale, rimane il plauso alla scelta di inserire la sicurezza del paziente tra i diritti fondamentali, unici insieme ai danesi. Il BMJ ha sintetizzato il parere di molti di noi.

BIBLIOWEB:

T. Bellandi, R. Tartaglia, A. Sheikh, L. Donaldson –  Italy recognises patient safety as a fundamental right. A new law takes a bold step towards enhancing patient safety  http://www.bmj.com/content/bmj/357/bmj.j2277.full.pdf
Decreto ministeriale 27 febbraio 2018 Sistema nazionale delle linee guida (SNLG Gazzetta Ufficiale n. 66 del 20 marzo 2018).
Si alle linee guida, se aderenti al caso concreto   http://newmicro.altervista.org/?p=3108
Responsabilità professionale: la legge c’è   http://newmicro.altervista.org/?p=2450
La Legge Gelli si aggiorna   http://newmicro.altervista.org/?p=3334
Sulle Line Guida non si discute http://newmicro.altervista.org/?p=4507

 Italy recognises patient safety as a fundamental right – BMJ, May 2017 (PDF-FlipBook)

Un click per Leggere



Articoli correlati:

0
Francesco Bondanini

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni