Blog

Aspettativa per motivi di lavoro. Ospedali obbligati a concederla

Posted by:

Aspettativa per motivi di lavoro. Ospedali obbligati a concederla

A Busto Arsizio (VA) si trova nella Biblioteca Capitolare un salterio innario del XVI secolo (con la miniatura nell’immagine sovrapposta a quella della sede del Tribunale)con le immagini dei SS Ambrogio ed Agostino.
Entrambi raffigurati con i loro tipici attributi iconografici (i piviali vescovili, in testa hanno la mitra e reggono con la sinistra il bastone pastorale). Ambrogio – ha la barba grigia (più anziano) – impugna con la mano sinistra lo staffile che usò contro gli ariani. Agostino a destra indossa anche il saio nero dei monaci eremitani, ad indicare la regola monastica proposta dal santo in Africa nel IV-V secolo.
Ma veniamo alla Notizia: il Tribunale del Lavoro di Busto Arsizio ha accolto il ricorso di un dirigente medico, dipendente a tempo indeterminato, nei confronti del quale l’Ospedale, per generiche esigenze di servizio, aveva rigettato la richiesta di aspettativa per motivi di lavoro.
Sulla base di quanto previsto dall’art. 10 del C.N.L. integrativo 2004, il Giudice del Lavoro ha affermato (vedi Ordinanza/Sentenza) che l’Ospedale debba   concedere l’aspettativa richiesta dal dirigente medico per motivi di lavoro, negando quindi ogni tipo di discrezionalità, per tutta la durata del contratto a tempo determinato.

In particolare l’aspettativa era stata richiesta a seguito della vincita di un posto a tempo determinato, ottenuto con la partecipazione ad un avviso pubblico per titoli e colloquio in altro Ospedale.

In pratica viene riconosciuto e riaffermato il diritto alla “collaborazione” tra Enti, negando la “necessità”  (per esigenze di servizio) dell’Ospedale e quindi una proprietà prioritaria nei confronti dei dipendenti (che evidentemente hanno voce in capitolo).
Le spese sono state quantizzate in mille euro più iva.

E S.Ambrogio e S.Agostino cosa c’entrano? Beh, sono Dottori (della Chiesa) la loro miniatura si trova a Busto Arsizio e forse l’ ordinanza ci ha fatto pensare a loro.

   In allegato presentazione PPT-FlipBook


Click per visualizzare
 


Articoli correlati:

0
Giovanni Casiraghi

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni