Blog

Vaccinazioni per il triennio 2017-2019

Posted by:

Vaccinazioni per il triennio 2017-2019

In Gazzetta il Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale

Tra le novità: niente ticket, vaccino HPV per i maschi, varicella, rotavirus e l’anti-meningococco B

Le regole vaccinali del prossimo triennio sono realtà con il nuovo Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale PNPV 2017-2019, pubblicato in Gazzetta Ufficiale (serie Generale n.41 del 18-2-2017). Dopo anni si rinnova (adeguandosi)  l’offerta vaccinale pubblica con  molte novità a partire dalla gratuità di tutte le vaccinazioni offerte dal Ssn (che saranno anche esonerate dal ticket). Tutti i vaccini contenuti nel nuovo Calendario del PNPV sono stati inseriti nel DPCM di definizione dei nuovi LEA, in attesa di pubblicazione in Gazzetta ufficiale.

Oltre alle “vecchie” vaccinazioni (contro difterite, tetano, polio, epatite B, Hib, pertosse, pneumococco, morbillo, parotite, rosolia, meningococco C nei nuovi nati, HPV nelle ragazze undicenni e influenza nei soggetti di età ≥65 anni) vengono inserite le “nuove”  vaccinazioni: quella anti-meningococco B, anti-rotavirus e antivaricella nei nuovi nati, viene estesa la vaccinazione anti-HPV ai maschi undicenni. Viene  introdotta anche la vaccinazione antimeningococcica tetravalente ACW135Y e il richiamo anti-polio con IPV negli adolescenti; novità anche per i  sessantacinquenni con l’anti-Zoster e l’anti-pneumococco.

Oltre al mantenimento dello stato polio-free, tra gli obiettivi vaccinali fa capolino l’obiettivo di raggiungere lo stato -free per morbillo e rosolia, obiettivo tanto più significativo tenendo conto della problematica legata alla campagna anti vaccinale a livello europeo incentrata particolarmente sul trivalente ed in particolare sul morbillo, con motivazioni palesemente rifiutate dal mondo scientifico.   

L’obiettivo morbillo – free è tanto più importante tenendo conto dei cluster epidemici verificatisi nel nostro paese (l’ultimo a Vicenza), con 584 casi del 2016 a fronte dei 255 del 2015. Il 45% dei casi è stato ricoverato in ospedale per complicanze (almeno una). In Europa nel 2016 (settembre 2015-agosto 2016) i casi sono stati 2266 di cui 647 italiani. Nove paesi europei non hanno avuto casi di morbillo, mentre in tre paesi sono in corso epidemie (Romania, Danimarca e Regno Unito). Nel 2016 sono riportati tre decessi per morbillo (verificatisi in bambini sotto l’anno d’età), due in Romania ed uno in Inghilterra.

Proprio contro le posizioni antivaccinali il Piano prevede che “saranno concertati percorsi di audit e revisioni tra pari, con la collaborazione degli ordini professionali e delle associazioni professionali e sindacali che possano portare anche all’adozione di sanzioni disciplinari o contrattuali qualora ne venga ravvisata l’opportunità”.

Tra le problematiche legate alle Vaccinazioni rimane ancora poco definita la situazione degli  adulti che ricevono trapianti di cellule staminali ematopoietiche (procedura comune in molti tipi di patologie ematologiche ed in diversi difetti innati del sistema immunitario). Una strategia di ri-vaccinazione per i pazienti trapiantati potrebbe determinare una significativa riduzione di morbidità e mortalità correlate al trattamento di queste patologie, ma non è stata ancora definita una fase temporale ottimale per la vaccinazione dei trapiantati.

Ad oggi sono stati pubblicati scarsi dati sulla durata e sull’entità della risposta vaccinale (in questa specifica popolazione) ed è possibile osservare spesso deviazioni dalle raccomandazioni delle linee guida internazionali per la profilassi immunitaria post-trapianto, anche  per l’assenza di vaccini specifici in alcune regioni.

Vaccinare per testo end

Un click per ingrandire

BIBLIOWEB:

  Sinossi del Piano Nazionale Vaccini (in formato PowerPoint-FlipBook)

Click per leggere

   Morbillo e Rosolia – ISS  (in formato PDF-FlipBook)


Click per leggere

 Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale – G.U. e Ministero della Salute (in formato PDF)

Click per visualizzare



Articoli correlati:

0
Giovanni Casiraghi

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni