Blog

LA NEUROBORRELIOSI: UPDATE

Posted by:

LA NEUROBORRELIOSI: UPDATE

Appuntamento a Trento il 20 Marzo 2020

Richard Gere, Bella Hadid, Alec Baldwin, Avril Lavigne, Justin Bieber, Victoria Cabello, oltre ad appartenere al mondo dello spettacolo, cosa hanno in comune? Hanno pubblicamente raccontato il calvario vissuto con la malattia di Lyme. Si, hanno sofferto proprio di Borreliosi. Per NewMicro è un tema ricorrente (vedi bibliografia) ma pensiamo sia arrivato il momento di un “update”.

La Borreliosi di Lyme (LB) è la malattia da zecca più comune in Europa e nel Nord America. E’ causata dalle spirochete Borrelia burgdorferi  “sensu” lato (s.l.).  Le zecche dure, principalmente Ixodes ricinus, possono trasmettere il microrganismo all’ospite umano, in cui l’infezione può esprimersi con sintomi diversi, a seconda degli organi interessati.  La manifestazione più comune di LB è l’eritema migrante (EM), ma le spirochete possono invadere anche altri organi come sistema nervoso, articolazioni e cuore.

La diagnosi di LB si basa sull’anamnesi del paziente, l’esame fisico e la rilevazione di anticorpi anti-Borrelia. Tuttavia questi non sono sempre rilevabili e possono persistere dopo che la LB è stata trattata con successo. La Neuroborreliosi (LNB) è la manifestazione neurologica della LB. Coinvolge il 10/15 % delle persone infette. Può essere concettualmente divisa in disturbi del Sistema Nervoso Periferico (SNP) e del Sistema Nervoso Centrale (SNC). In entrambi i casi, il meccanismo predominante sembra essere un coinvolgimento infiammatorio multifocale.

Le manifestazioni cliniche sono varie: meningite linfocitaria, neuropatia cranica (in particolare paralisi del nervo facciale) e radicolonevrite (motoria, sensoriale o entrambe). Costituiscono la classica triade di LNB. Queste manifestazioni possono verificarsi da sole o in combinazione, ma la radicolonevrite è, in genere, diagnosticata meno comunemente della meningite o della paresi del nervo facciale.

Secondo le linee guida europee, insieme ai caratteristici sintomi neurologici e a pleiocitosi liquorale (LCR), deve essere dimostrata una sintesi intratecale di specifici anticorpi anti-Borrelia per porre una diagnosi definitiva di LNB. Tuttavia, un elevato indice di anticorpi anti-Borrelia può non essere rilevato, nel 20% dei casi, fino a sei settimane dopo l’insorgenza dei sintomi e, viceversa, diversi studi hanno riportato una positività anche per anni.

Recentemente è stato identificato un biomarker, la chemochina CXCL13, le cui concentrazioni nel LCR di pazienti con LNB aumentano già nelle fasi iniziali della malattia, anche in casi senza sintesi intratecale rilevabile di anticorpi e si riducono rapidamente, nei pazienti in terapia.

L’incontro vuole essere un aggiornamento sulla clinica, diagnosi e terapia della LNB, alla luce delle più recenti linee guida e progressi scientifici.

Incontro di Aggiornamento

LA NEUROBORRELIOSI: UPDATE

20 marzo 2020  – SALA BRUNO LUNELLI  (SPAZIO FERRARI INCONTRI) 

Via Del Ponte di Ravina, 15 -  38123  Trento

ISCRIZIONE: Completare in tutte le sue parti la scheda in allegato ed inviare alla Segreteria Organizzativa EVERYWHERE s.r.l.  fax 045 593487 – e-mail [email protected]

L’iscrizione è gratuita

N.B.: sarà data priorità ai soci NEWMICRO in regola con il versamento della quota di iscrizione per l’anno 2020

Locandina:

PerTesto

BIBLIOWEB:

 LA NEUROBORRELIOSI: UPDATE” – Incontro di Aggiornamento NewMicro – Trento, 20 Marzo 2020 (PDF)

 

 Programma e Scheda di Iscrizione

 


Articoli correlati:

0
Lucia Collini

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni