Blog

Non di soli tagli muore il Servizio Sanitario Nazionale

Posted by:

Non di soli tagli muore il Servizio Sanitario Nazionale

 

La protesta sta affiorando sempre più spesso in ambito medico, arrivando fino allo sciopero come nel caso del recente sciopero del 12 febbraio da parte dei Ginecologi.

Nonostante la Corte di Cassazione abbia riconosciuto non più di rilevanza penale la condotta medica se “all’interno dell’area segnata da linee guida o da virtuose pratiche mediche, purché accreditate dalla comunità scientifica”,i medici che lavorano nel servizio pubblico sono perennemente sottoposti allo stress derivante dallo smisurato aumento del rischio di essere chiamati in giudizio anche quando non vi sia stato alcun valido motivo (richieste di risarcimento).

Come anche le recenti proteste hanno dimostrato, si tratta di un tema per tutti noi della massima importanza. Anche la stampa ufficiale sta accorgendosene, dedicando servizi sul problema, con le proposte di diverse fonti, anche di tipo sindacale medico.

I Medici si fanno sentire: è il caso di Sergio Barbieri e di Riccardo Cassi (CIMO ASMD), che hanno trattato la Colpa Medica in  un articolo uscito sul Sole 24 Ore Sanità del 12/02/2013, proponendo tra l’altro il concetto di “lite temeraria”.

Alleghiamo le Proposte di Barbieri, sicuramente affascinanti per molti di noi.

   In allegato la Documentazione relativa in formato PDF

Click per visualizzare la Documentazione


Articoli correlati:

0
Giovanni Casiraghi

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni