Blog

Prevenzione delle infezioni in chirurgia ortopedica

Posted by:

Prevenzione delle infezioni in chirurgia ortopedica

Le linee guida della SIOT

Laprevenzione delle infezioni del sito chirurgico (ISC) costituisce una priorità nell’ambito degli obiettivi del Sistema Sanitario Nazionale. Le conseguenze negative che le infezioni postoperatorie comportano (morbilità, durata dell’ospedalizzazione, mortalità), rappresentano sia per il singolo paziente sia per la collettività, eventi particolarmente gravi comportanti un impegno notevole di risorse assistenziali necessarie per trattarle.

In un contesto sanitario globale, nel quale si è affermata la medicina basata sulle prove di efficacia cioè la “evidence-based medicine” (EBM), tutti gli interventi medici vanno riconsiderati alla luce di quanto desumibile dalla letteratura, secondo rigorosi criteri metodologici, soprattutto quando le prove sono disponibili e unanimemente condivise.

La considerazione è ancor più vera parlando di ortopedia e traumatologia. Bastano due parole per far “tremare i polsi” ai sanitari: sepsi e osteomielite.

Sulla sepsi il campo non si limita all’ortopedia e spazia in tutto il campo medico. Ricordiamo l’importanza dei criteri per l’esecuzione delle emocolture, con antibiogrammi e regole oramai universalmente accettate, per identificazione e terapia.

Per l’osteomielite invece rimaniamo nel campo prettamente ortopedico, essendo delle infezioni osteoarticolari che possono interessare qualsiasi segmento osseo. I timori di questa patologia sono legati alla possibilità di invasione diretta (tramite fratture aperte, intervento chirurgico od oggetti che perforano l’osso) ed a corpi estranei (come un’articolazione artificiale infetta) e/o la diminuzione dell’afflusso di sangue agli organi o ai tessuti (ischemia) che ne possono esser causa.

Più frequenti nelle ossa lunghe (femore, tibia, omero o calcagno, le più colpite) e nel tessuto spongioso più riccamente vascolarizzato. Il processo infettivo può essere localizzato solo nell’osso (in questo caso si parla di osteite) oppure, come accade di frequente, può estendersi ai tessuti circostanti come cartilagine (condrite) articolazione (artrite) e midollo osseo (mielite). Quest’ultima viene distinta in acuta (più frequente nei bimbi) e cronica.

Gli agenti patogeni responsabili del processo infettivo sono più comunemente lo “Staphylococcus aureus”, specie quello meticillino-resistente (MRSA), lo “Streptococcus pyogenes”, “Escherichia Coli” e la Pseudomonas aeruginosa, soprattutto in traumatologia. Per impostare la giusta terapia e permettere l’identificazione dell’agente eziologico anche qui è fondamentale l’emocoltura, con associato antibiogramma. Ha indicazioni di utilizzo colturale anche l’aspirato di materiale purulento dall’osso.

Oramai quasi solo occasionale (potremmo definirla storica) è la forma sostenuta dal Mycobacterium tuberculosis: la spondilite tubercolare o “Morbo di Pott”. Presenta una localizzazione nelle vertebre della colonna scheletrica ove può provocare crolli dei dischi (tessuto spongioso). La tisi ossea è ben nota. Tra i colpiti italiani ricordiamo Giacomo Leopardi e Antonio Gramsci.

La terapia per l’osteomielite si basa essenzialmente sull’utilizzo di antibiotici per via endovenosa e per un lungo lasso di tempo. La patologia è una delle manifestazioni infettive più comuni del piede diabetico ed anche in altre patologie, che coinvolgono l’osso (20-66% dei casi). Le lesioni ulcerative complicate da osteomielite necessitano di trattamenti chirurgici anche demolitivi ed anche qui sono previsti lunghi periodi di terapia antibiotica.

Le infezioni postoperatorie rappresentano un quarto di tutte le infezioni ospedaliere e sono le più impegnative da debellare, sia in termini di difficoltà   sia di costi. La profilassi antibiotica peri-operatoria rappresenta il metodo che, preso singolarmente, risulta il più efficace nella prevenzione delle infezioni ortopediche.

Non può stupire quindi che la Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia (SIOT), che svolge attività di leadership verso tutte le società ortopediche di settore, al termine di un percorso complesso, che ha coinvolto collaboratori di diverse specialità e ambiti professionali, ha prodotto una Linea Guida (LG) come strumento valido e aggiornato, per gestire al meglio la prevenzione delle ISC peri-operatorie, nello specifico: “Profilassi antibiotica peri-operatoria nella chirurgia protesica dell’anca e del ginocchio”.

L’obiettivo di questi documenti è di passare in rassegna le evidenze scientifiche desunte da molteplici linee guida (LG) accreditate e recenti, riguardanti varie metodiche di prevenzione delle infezioni, al fine di stabilire quelle che presentano prove affidabili e che meritano di essere implementate. In definitiva le LG rappresentano un importante indicatore della qualità dell’assistenza che siamo in grado di fornire ai nostri pazienti.

La LG 366 ha superato la valutazione con un livello “AGREE II” e se ne raccomanda l’utilizzo. La stessa LG “profilassi peri-operatoria” ha visto la partecipazione del Prof. Ercole Concia del Dipartimento Patologia e Diagnostica, Sezione Malattie Infettive, della Università di Verona: una garanzia per la qualità del contenuto.

BIBLIOWEB:

SIOT Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia https://siot.it/
LG-366-SIOT Prevenzione delle infezioni in chirurgia ortopedica (in PDF allegato)
LG- Profilassi antibiotica peri-operatoria nella chirurgia protesica dell’anca e del ginocchio  (in PDF allegato)
ECDC ultime notizie https://antibiotic.ecdc.europa.eu/it/ultime-notizie
ECDC ICA https://antibiotic.ecdc.europa.eu/it/publications-data/le-infezioni-correlate-allassistenza-una-minaccia-la-sicurezza-dei-pazienti
Infezioni ospedaliere e PNRR https://newmicro.altervista.org/?p=8550
Antibiotico-resistenza & Coniugazione Batterica https://newmicro.altervista.org/?p=8381
Infezioni ospedaliere in aumento. Parola di SDO https://newmicro.altervista.org/?p=7281
World Sepsis Day 2019 https://newmicro.altervista.org/?p=6433
Setticemia Sepsi Lattati Salva Vita https://newmicro.altervista.org/?p=5062
WAAW “One health” WAAD https://newmicro.altervista.org/?p=5037
Sepsi Lombarda https://newmicro.altervista.org/?p=4347
Sepsi dalla parte dello Spoke https://newmicro.altervista.org/?p=4287
Riorganizzazione H& S provincia docet? https://newmicro.altervista.org/?p=3924
Sepsi e nuove tecnologie di laboratorio https://newmicro.altervista.org/?p=3881
Laboratori a risposta rapida nella Sepsi https://newmicro.altervista.org/?p=3837
Sepsi e Sepsi sempre e fortissimamente Sepsi https://newmicro.altervista.org/?p=3806
La Sepsi 4.0 https://newmicro.altervista.org/?p=3765
Hub & Spoke: la Sepsi come indicatore https://newmicro.altervista.org/?p=3370
Emocoltura: Gold Standard nella Sepsi/Setticemia https://newmicro.altervista.org/?p=1957
GUIDANCE per il piede diabetico https://newmicro.altervista.org/?p=2264
Sepsi Four http://newmicro.altervista.org/?p=1130

 LG – 366-SIOT Prevenzione delle infezioni in chirurgia ortopedica (PDF)

Un Click per Leggere

 LG – Profilassi antibiotica peri-operatoria nella chirurgia protesica dell’anca e del ginocchio (PDF)

Un Click per Leggere



Articoli correlati:

0
Sandro Pierdomenico

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni