Blog

Accesso alle cure della persona straniera

Posted by:

Accesso alle cure della persona straniera

Aggiornata la Guida Operativa dell’Istituto Superiore di Sanità

 
La componente di persone non nate in Italia ha assunto una connotazione ben definita con delle precisazioni e il riconoscimento di diritti a questa nuova fascia di popolazione residente sul territorio nazionale.
Ciò porta ad affrontare la problematica del diritto alle cure.
Dare una risposta alle richieste di informazione su aspetti amministrativo-legali dell’accesso alle cure è sicuramente uno dei problemi che come sanitari ci troviamo sempre più spesso ad affrontare.

Quali sono i diritti e gli obblighi a cui attenersi? Ci viene in aiuto la Guida operativa dell’ISS “L’accesso alle cure della persona straniera: indicazioni operative”, giunta alla seconda edizione.
Viene affrontato il tema dell’accesso alle cure ed ai servizi, sia delle persone straniere regolarmente soggiornanti, sia degli irregolari: vengono fornite informazioni sull’assistenza alle persone straniere provenienti da Paesi con cui l’Italia ha stipulato accordi (internazionali bilaterali o ad esempio persone provenienti dall’Unione Europea).
La base da cui si è partiti sono le richieste giunte al Telefono Verde e Aids e Ist (Infezioni Sessualmente trasmesse) dell’ISS.

Tra i nuovi punti rispetto alla precedente edizione, vi è una sezione dedicata ai cittadini dell’UE e della EEA (Area Economica Europea) con una trattazione accurata dell’assistenza transfrontaliera.
Un capitolo ad Hoc tratta le problematiche di stranieri che per particolari condizioni, sono riconosciuti sotto protezione internazionale e per le quali vi è il divieto di espulsione (ad esempio le donne in gravidanza).
Nella guida sono elencati anche i facsimile dei moduli da presentare, documentazione sconosciuta ai più.

Le persone straniere prive di permesso di soggiorno e i cittadini comunitari privi di iscrizione anagrafica hanno diritto ad accedere alle cure urgenti ed essenziali ancor che continuative utilizzando il codice STP (Straniero Temporaneamente Presente e del codice ENI (Europeo Non Iscritto).
Per cure urgenti si intendono le cure che non possono essere differite senza pericolo per la vita o danno per la salute della persona.
Per cure essenziali si intendono le prestazioni sanitarie, diagnostiche e terapeutiche, relative a patologie non pericolose nell’immediato e nel breve termine, ma che nel tempo potrebbero determinare maggiore danno alla salute o rischi per la vita (complicanze, cronicizzazioni o aggravamenti).

Sono stati, inoltre, inseriti riferimenti ai principali centri per l’immigrazione, distinguendoli per tipologia e funzioni”.
 
La pubblicazione trae spunto anche dal recepimento della Direttiva 2011/24/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio, recepimento avvenuto con Decreto Legislativo del 4 Marzo 2014 N. 38 che si affianca ai Regolamenti di sicurezza sociale.

BIBLIOWEB:

M. Luzi, G. M. Pasqualino, L. Pugliese, M. Schwarz, B. Suligoi – L’accesso alle cure della persona straniera: indicazioni operative – Supplemento al Notiziario dell’Istituto Superiore di Sanità 2015

Direttiva 2011/24/UE

D. Lgs. 4 Marzo 2014, N. 38

   In allegato la Documentazione relativa in formato PDF

 

Click per visualizzare la Documentazione



Articoli correlati:

0
Romualdo Grande

About the Author

Email: grande.romual[email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni