Blog

Troppi esami del sangue per i diabetici ?

Posted by:

Troppi esami del sangue per i diabetici ?

Un recentissimo studio condotto presso la Mayo Clinic di Rochester (Minnesota), pubblicato su BMJ dell’8 dicembre suggerisce che una frequenza troppo ravvicinata dei controlli della concentrazione di emoglobina glicata (HbA1c) nei pazienti affetti da diabete tipo 2 (DMT2) può indurre il rischio di un sovra-trattamento con farmaci ipoglicemizzanti.
Lo studio retrospettivo su quasi 32,000 pazienti studiati dal 2001 al 2013 ha riscontrato un eccesso assoluto di richiesta di esami pari al 5% dei casi e una frequenza in appropriatamente alta nel 55% dei casi. Nel 13% dei pazienti testati con frequenza abnorme e nel 9% di quelli testati con frequenza alta si è proceduto alla somministrazione di insulina o altri ipoglicemizzanti, contro il 7% dei pazienti testati secondo le raccomandazioni (P<0.001).

I target glicemici proposti dalle società scientifiche sono variabili a seconda delle condizioni cliniche dei singoli pazienti, ma per quelli in buon controllo metabolico la frequenza dei controlli annuali raccomandati non supera l’1-2 volte/anno.

Nello studio sono stati inclusi solo pazienti adulti affetti da DMT2 in buon controllo metabolico [due risultati consecutivi di HbA1c < 53 mmol/mol (7%) in un arco di due anni].
L’outcome primario era la frequenza del dosaggio di HbA1c, considerato eccessivo se superiore a 5 determinazioni/anno e in appropriatamente alto se fatto 3-4 volte/anno, rispetto alla raccomandazione di non superare le 2 volte/anno. L’outcome secondario era la variazione del piano terapeutico confrontando gli ordini alla farmacia quattro mesi prima e quattro mesi dopo la data indice. Il valore medio di HbA1c è risultato essere 44 mmol/mol (6.2%).

Oltre al costo vivo di esami inappropriati si deve fronteggiare anche il rischio di indurre trattamenti nel migliore dei casi superflui e nel peggiore induttori di complicanze, soprattutto una temibile ipoglicemia. Inoltre, aumentando il numero dei dosaggi aumenta anche il rischio di falsi positivi, anche se il presente studio non ha approfondito questi aspetti, limitandosi a segnalarne il rischio reale.

In ogni caso, un ulteriore elemento di riflessione sulla costante attenzione da prestare alla problematiche di questa “epidemia del Terzo Millennio”.

 

BIBLIOWEB:

McCoy RG, Van Houten HK, Ross JS et al. HbA1c overtesting and overtreatment among US adults with controlled type 2 diabetes, 2001-13: observational population based study. BMJ 2015; 351: h6138

http://bmjopen.bmj.com/search?submit=yes&y=2&fulltext=HbA1c%20%20&x=10&FIRSTINDEX=20



Articoli correlati:

0
Marco Caputo

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni