Blog

Morirai per una sepsi ? Te lo dirà GlycA

Posted by:

Morirai per una sepsi ? Te lo dirà GlycA

Non è una stregoneria, è una previsione basata su un esame del sangue, il test di ricerca del GlycA. Più alti sono i suoi livelli ematici, maggiore risulta essere il rischio di mortalità prematura causata da una grave infezione.

Lo certificano i risultati di uno studio internazionale che ha esaminato oltre 10 mila soggetti, nei quali è stato possibile individuare un biomarcatore, un prodotto di scarto del metabolismo dell’infiammazione, il cosiddetto GlycA, che sarebbe appunto in grado di predire un exitus precoce da malattie infettive.
Fornisce anche un esempio eccellente di collaborazione internazionale e interdisciplinare di ricercatori ‘altruisti’ che ha portato a risultati di enorme rilevanza scientifica in tempi contenuti.

Pubblicato su Cell Systems a fine ottobre, lo studio dimostra come il test predittivo fornisca risposta alla domanda se si è a rischio di morire di setticemia o patologie infettive come la polmonite, nell’arco di 14 anni.

Le concentrazioni ematiche di GlycA segnalano uno stato di infiammazione cronica, derivante da un’infezione cronica anche di non particolare gravità o da una risposta immunitaria esuberante.
Sul fatto che l’infiammazione danneggi l’organismo “non ci piove”, ma nello studio, l’infiammazione viene correlata ad una maggiore suscettibilità alle infezioni di elevato livello di gravità e questo rappresenta un inedito.
Ci sono poche cose più importanti del riuscire a individuare, tra soggetti in apparente discreto stato di salute, quelli che potrebbero essere ad aumentato rischio di malattia e di mortalità.
C’è ancora bisogno di capire qual è il reale significato di questo biomarcatore ematico.

Scoprire i meccanismi che legano il GlycA all’infiammazione e alla morte prematura e stabilire con certezza se questo marker potrà avere un giorno rilevanza clinica è il nuovo target dei ricercatori.
Non è chiaro se un’elevata concentrazione di GlycA è risultato di un’infezione microbica cronica (di basso livello o di una reazione aberrante del sistema immunitario). Sottoporsi al test se non ci fosse nulla da fare per ridurre o eliminare il rischio di morire di infezione scatenerebbe enormi questioni etiche.

BIBLIOWEB:

http://www.cell.com/cell-systems/abstract/S2405-4712%2815%2900145-3

Scott C. Ritchie, Peter Würtz, Artika P. Nath, Gad Abraham, Aki S. Havulinna, Liam G. Fearnley, Antti-Pekka Sarin, Antti J. Kangas, Pasi Soininen, Kristiina Aalto, Ilkka Seppälä, Emma Raitoharju, Marko Salmi, Mikael Maksimow, Satu Männistö, Mika Kähönen, Markus Juonala, Samuli Ripatti, Terho Lehtimäki, Sirpa Jalkanen, Markus Perola, Olli Raitakari, Veikko Salomaa, Mika Ala-Korpela, Johannes Kettunen, and Michael Inouye – The Biomarker GlycA Is Associated with Chronic Inflammation and Predicts Long -Term Risk of Severe Infection – Cell Systems 1, 1–9 October 28, 2015 2015 Elsevier Inc.



Articoli correlati:

0
Sandro Pierdomenico

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni