Blog

Apprendisti stregoni crescono: la ricerca genetica che fa paura

Posted by:

Apprendisti stregoni crescono: la ricerca genetica che fa paura

In una breve intervista filmata caricata su Medscape lo scorso 14 agosto (1), il Dottor Arthur Caplan, direttore della divisione di Etica Medica dell’Università di New York lancia un grido di allarme contro le strade che certa ricerca nel campo della genetica sta pericolosamente imboccando.
Si tratta di un contributo di ricercatori cinesi, pubblicato su una rivista “abbastanza oscura” (2) in cui si illustrano i risultati (in realtà molto modesti) di un esperimento che ha provato ad inserire materiale genetico in embrioni umani utilizzando una tecnica di modifica genomica denominata CRISPR/Cas9.
La tecnica è ben nota ai ricercatori americani ed europei, ma finora non era mai stata utilizzata per manipolare cellule della linea germinale.
Gli esperimenti finora tentati sono stati fatti sempre solo su cellule somatiche e i risultati non possono essere trasmessi a generazioni future.

Nel caso cinese invece si è agito su linee germinali, ma gli autori non forniscono alcun dettaglio sulla provenienza del materiale, se è stato mai ottenuto un consenso, e che tipi di limitazioni si sono posti.
Al di là della liceità di simili operazioni, si chiede Caplan, come è possibile che aree così delicate non vengano sottoposte al vaglio di formali e molto più estese approvazioni da parte di organi competenti, senza ampia discussione internazionale e senza adeguata supervisione?
Che tipo di assicurazioni vengono date che ci si limiti a correggere anomalie alla base di malattie ereditarie senza varcare i fragili confini dell’Etica medica?
Bisognerebbe agire immediatamente, prevedendo sanzioni penali fino al carcere per chi varca senza autorizzazione i limiti consentiti.
Inoltre la comunità scientifica potrebbe rifiutare la pubblicazione su peer reviews a questo tipo di studi.
E’ poco tranquillizzante constatare che, in questo specifico caso cinese, non si è ottenuto alcun risultato rilevante, e che, nelle parole degli autori, “occorre maggior lavoro in questo campo”. Il lavoro era mal pensato, è risultato inutile e forse per questo non è stato preso in considerazione dalle riviste maggiori.
“Scienza cattiva abbinata ad etica cattiva può solo dare risultati cattivi.
Tuttavia,” pare proprio dirci il dottor Caplan, “non denunciare l’esistenza di questi tentativi e non fare nulla per cercare di impedirne di nuovi, magari ancora più insidiosi, può essere letale per la ricerca e per l’intera umanità”.
Argomento di riflessione…

BIBLIOWEB:

http://www.medscape.com/viewarticle/848980?nlid=87043_1024&src=wnl_edit_medp_path&uac=175143PG&spon=43&impID=796610&faf=1.

Liang P, Xu Y, Zhang X, et al. CRISPR/Cas9-mediated gene editing in human tripronuclear zygotes. Protein Cell. 2015;6:363-372.

 



Articoli correlati:

0
Marco Caputo

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni