Blog

I Numeri degli screening

Posted by:

I Numeri degli screening

 

Oltre 11 milioni di inviti a sottoporsi agli screening oncologici 2013 mammografico, cervicale e colorettale e più di 5,2 milioni di test eseguiti.

Sempre più imponenti i numeri assoluti pubblicati dal ministero della Salute (con Osservatorio nazionale screening ed il CCM, Centro nazionale per la prevenzione e il Controllo delle Malattie ) e coinvolgono con anche le popolazioni migranti.
Ciò non di meno permane la marcata differenza di copertura fra il Centro-Nord e il Mezzogiorno».

Screening mammografico – Nel 2013 si ha la conferma dei livelli di estensione degli ultimi due anni: circa 3 donne su 4 della popolazione target sono regolarmente invitate.
Permane una grande e purtroppo immutata differenza fra Nord (più di 9 donne su 10), Centro (più di 8 donne su 10) e Sud (solo 4 donne su 10).
Screening colorettale – Nel 2013 la copertura è passata complessivamente dal 57% al 62 %.
È interessante, e finalmente anche incoraggiante, notare che questo aumento riguarda soprattutto il Sud e le isole: la percentuale si muove dal poco più del 15 % di copertura a più del 28%.
In lieve crescita anche il Nord (che sostanzialmente copre tutta la popolazione target) e il Centro (dove 6 persone su 10 sono regolarmente invitate).
Screening cervicale – Si registra un andamento in controtendenza con una diminuzione nel 2013 rispetto all’anno precedente.
Tuttavia bisogna ricordare che il 2012 aveva visto un marcato aumento rispetto al 2011.
Per cui è possibile che il dato registrato nel 2013 rappresenti un fenomeno di assestamento su valori comunque superiori al 70%.
In questo screening la copertura maggiore si ha nel Centro dove si raggiungono con l’invito quasi 9 donne su 10.
Questo valore si abbassa al Nord e al Sud a valori inferiori al 70%.
Nel risultato del Nord pesa la decisione della più grande regione italiana (la Lombardia) di non implementare questo programma su tutto il suo territorio.

Lo sviluppo dei programmi nel 2013 rispetto agli anni precedenti viene misurato con l’indicatore che misura la percentuale di persone della popolazione target regolarmente invitate negli intervalli previsti ( “estensione effettiva”).
In pratica oltre che la percentuale di persone coperte dallo screening si misurano anche il mantenimento degli intervalli previsti: se una Regione invita tutta la sua popolazione target, ma lo fa con intervalli più lunghi del previsto, la percentuale di copertura risulterà minore del 100%.

Dato di genere: la porzione di donne che riferiscono di aver effettuato almeno una volta nella vita una mammografia o un pap test è aumentata in maniera consistente nell’arco di tempo dal 2000 al 2013 (+12% per il pap test +20% per la mammografia).
Questo aumento è il primo risultato da addebitare ai programmi organizzati.

 

BIBLIOWEB:

www.osservatorionazionalescreening.it

 

   In allegato la Documentazione relativa in formato PDF

 

Click per visualizzare la Documentazione
 



Articoli correlati:

0
Michele Schinella

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni