Blog

Overdose da Fentanyl

Posted by:

Overdose da Fentanyl

La Camera dichiara guerra al traffico illegale di Fentanyl

IL“mondo” delle tossicodipendenze è per definizione “instabile”. L’introduzione di nuove sostanze stupefacenti ha creato serie problematiche, soprattutto nell’organizzazione dei servizi sanitari deputati alla diagnosi e cura. In particolare per unità ospedaliere come Laboratorio Analisi e Pronto Soccorso.

L’ultima “novità”, in questo ambito, è rappresentata da una sostanza che siamo abituati a considerare “farmaco”, il Fentanyl. Negli Usa, nel 2016, è stato responsabile di 42mila decessi, 8.000 in Europa. Alcune segnalazioni di morti sospette dicono che uccide più dell’eroina: l’allarme arriva dal mondo del pronto soccorso – rianimazione e tutto depone per un rischio letale, documentato nel triage delle assunzioni voluttuarie.

Anche il Parlamento si muove per contrastare la sempre più diffusa vendita illegale del fentanyl. La Camera ha approvato all’unanimità (il 5 febbraio 2020) la mozione della maggioranza, che impegna il Governo al contrasto della diffusione illegale del farmaco antidolorifico, della famiglia degli oppioidi, che ora spaventa molto anche il nostro paese. Viene sottolineato come la sempre più diffusa vendita illegale di farmaci oppioidi, abbia prodotto un netto incremento delle morti per overdose.

Il Governo si impegna a predisporre un’attenta vigilanza per contrastare il fenomeno. E’ stata attivata, in particolare, la polizia postale, che ha avviato contatti diplomatici con il Governo cinese, per garantire un efficace contrasto al narcotraffico. Altre iniziative riguardano sia le azioni informative precoci sull’alta pericolosità di questa sostanza (se utilizzata fuori dal controllo medico) sia la creazione di una rete di segnalazione e monitoraggio territoriale di questo farmaco.

L’Emilia Romagna ha già affrontato il problema. Le cronache del mese trascorso segnalano quattro casi rilevati negli ultimi tre mesi: due a Bologna, uno a Modena ed uno a Parma. Questo oppioide sintetico è stato rinvenuto grazie a nuovi kit di autoanalisi che sono stati messi a punto dalla regione Emilia-Romagna e distribuiti ai consumatori nei Servizi per le tossicodipendenze (SerDP, gli ex SerT) ed in tutte le unità sanitarie “di strada”.

Il test consiste in una striscia reattiva che, in pochi secondi, permette di rilevare 12 varianti della sostanza. In caso di esito positivo, il consumatore o l’operatore possono scattare una foto e inserire una segnalazione su una piattaforma web. L’obiettivo è di creare una rete per proteggere i consumatori, avvisandoli che in quell’area è stata rilevata la presenza di fentanyl e che il consumo potrebbe essere potenzialmente molto pericoloso.

La mozione è stata approvata dalla Camera dei Deputati e recepita dal Governo. Si è compreso, pur con ritardo, che anche in Italia sono registrate morti dovute ad assunzione di fentanyl, e non ad eroina, come in un primo momento dichiarato. Il primo episodio risale ad aprile 2017 ed è stato documentato solo l’anno successivo.

A causa della comunicazione non tempestiva dell’arrivo del fentanyl, ancor oggi non si conosce esattamente quanto il fenomeno sia diffuso nel nostro paese. Una seconda morte è avvenuta il 10 giugno 2018. Nella mozione in Parlamento viene sottolineato che “non ci sono dati certi relativi ai decessi per overdose (degli ultimi due anni) collegati al fentanyl. La scoperta ritardata del primo decesso preoccupa perchè potrebbe trattarsi (come la punta di un iceberg) di un fenomeno più grave ed esteso“.

Parlando di Laboratorio, è inevitabile riferirsi allo “stato dell’arte”, che molto spesso non tiene conto delle nuove situazioni. E’ auspicabile un sollecito adeguamento.

Sulla base di queste premesse, la mozione approvata impegna il Governo sui punti esposti nella successiva tabella:

 Per testo

BIBLIOWEB:

Testo della Mozione della Camera dei Deputati (vedi PDF allegato)
NPS & C a Como http://newmicro.altervista.org/?p=4945
Droghe 2018 http://newmicro.altervista.org/?p=4936
Fentanyl classificato http://newmicro.altervista.org/?p=4498
Droghe made in Italy http://newmicro.altervista.org/?p=3320

 Testo della Mozione della Camera dei Deputati, 12 Giugno 2019 (PDF)

 Un Click per Leggere

 


Articoli correlati:

0
Sandro Pierdomenico

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni