Blog

Isole di calore

Posted by:

Isole di calore

Ondate di calore e inquinamento atmosferico

Stiamo assistendo ad una nuova emergenza, quella delle ondate di calore. Va di pari passo con l’enorme problema dell’inquinamento ambientale, responsabile di 30mila decessi all’anno, portando la mortalità legata al caldo all’ottavo posto nelle cause di morte. Il perché è presto detto: nell’uomo, la maggior parte degli organi vitali lavora, in condizioni di normalità, alla temperatura costante di 36,8 ± 0,4 °C.

Come gli altri animali omeotermi, l’essere umano utilizza dei meccanismi endogeni di termoregolazione (centro ipotalamico). Raggiungere (e superare) questo valore viene definita ipertermia, condizione patologica dell’organismo, caratterizzata da un forte aumento della temperatura corporea. Il primo stadio dell’ipertermia è lo stress da calore o esaurimento da calore, caratterizzato da confusione, crampi muscolari e spesso nausea o vomito. In questo stadio iniziale la persona suda profusamente (tentativo di disperdere il calore corporeo in eccesso).

Se l’esposizione continua e la temperatura corporea raggiunge l’intervallo dei 39-40 °C,  si ha il colpo di calore vero e proprio:  l’ipertermia conclamata. Una temperatura corporea sopra i 40 °C mette a rischio la vita. A 41 °C iniziano i danni cerebrali (col processo di morte delle cellule cerebrali). Temperature interne oltre i 50 °C causano rigidità muscolare e morte immediata.

L’associazione tra inquinamento e ondate di calore è sinergica. Tutta l’Europa, Italia compresa, ha subito un aumento di eventi meteorologici estremi: dalle ondate di calore, alle piogge intense. In Italia, secondo un rapporto stilato dall’Oms e dal Ministero della salute, si prevede un aumento di temperature, per la fine del secolo, di + 1,6 °C. È allarme soprattutto per le città. Ormai sono vere e proprie “isole di calore”: le fasce sociali più povere sono a maggior rischio e con loro i bambini, le donne e gli anziani.

Su queste basi il Ministero della Salute ha pubblicato un nuovo aggiornamento delle linee guida sull’emergenza caldo, introducendo sul proprio sito una sezione specifica sull’inquinamento atmosferico e sull’effetto sempre più deleterio per la salute umana. Il nostro paese, testimonianza ne sono le elevate temperature registrate in quest’inizio d’estate, è a rischio sia per le ondate di calore sia per gli eventi meteorologici estremi.

Nelle LG ministeriali si ricorda che le esposizioni all’inquinamento hanno effetti sulla salute umana per esposizioni brevi e acute o per esposizioni croniche. Quelle di breve durata incrementano i decessi per cause vascolari (infarto del miocardio e ictus). Emerge (dopo la valutazione sugli effetti dell’inquinamento in venti città italiane) che nei centri urbani l’effetto dell’inquinamento accentua, in modo esponenziale, la gravità delle malattie cardiovascolari e respiratorie. I dati del rapporto lo mettono nero su bianco.

In Europa, l’inquinamento riduce l’aspettativa di vita di 2,2 anni (specie per i decessi cardiovascolari tra la popolazione anziana). L’età sicuramente è il fattore di rischio primario per queste patologie. Anche la struttura e la funzione dei polmoni si deteriorano, con il passare degli anni: le polveri sottili accelerano il declino e portano un aumento significativo di tumori tra gli anziani.

Per diminuire, nel lungo termine, gli effetti della “isola di calore” sull’uomo (anche progettando una nuova idea urbanistica) giocano un ruolo fondamentale le amministrazioni e la politica. Esse devono mirare ad interventi capaci di creare nuove città e nuovi modelli energetici.

In attesa di queste soluzioni, possiamo trovare risposte semplici ed immediate sulle pubblicazioni del Ministero (sito, app, portale).

BIBLIOWEB:

Piano Nazionale di Prevenzione degli effetti del caldo sulla salute. Linee di indirizzo – Ministero della Salute, CCM (in e-book allegato) http://www.salute.gov.it/portale/documentazione/p6_2_2_1.jsp?lingua=italiano&id=2760
Portale Caldo Ondate di calore http://www.salute.gov.it/portale/caldo/homeCaldo.jsp
Come proteggersi dal caldo – nuove Linee Guida dal Ministero della salute (in PDF allegato)
Cronicità http://newmicro.altervista.org/?p=6127
Emergenza Caldo http://newmicro.altervista.org/?p=2961

 Piano Nazionale di Prevenzione degli effetti del caldo sulla salute. Linee di indirizzo – Ministero della Salute, Luglio 2019 (PDF-FlipBook)

Un Click per Leggere

 Come proteggersi dal caldo – Sinossi delle Nuove Linee Guida dal Ministero della Salute, 2019 (PDF)

Un Click per Leggere

 


Articoli correlati:

0
Sergio Galmarini

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni