Blog

Decennale Accredia

Posted by:

Decennale Accredia

“Bisogna conoscere il passato per capire il presente e orientare il futuro”

IL9 giugno 2019 si celebra la Giornata Mondiale dell’Accreditamento. L’iniziativa di IAF (International Accreditation Forum) e ILAC (International Laboratory Accreditation Cooperation) intende promuovere a livello globale il valore delle attività di valutazione della conformità. Ne approfittiamo per esporre una visione “italiana” dell’argomento.

Per chi sceglie la qualità, il percorso porta inevitabilmente ad ACCREDIA, l’ente che attesta la competenza, l’indipendenza e l’imparzialità degli organismi di certificazione, ispezione e verifica. E’ grazie all’accreditamento che organismi e laboratori possono valutare in maniera competente, indipendente ed imparziale il “sistema organizzazione”, la prestazione di un servizio, i requisiti di qualità e sicurezza di un prodotto.

Accredia è un’associazione privata, senza scopo di lucro, nata nel 2009, che opera sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico e svolge un’attività di interesse pubblico, a garanzia delle istituzioni, delle imprese e dei consumatori. Il suo compito è attestare la competenza dei laboratori e degli organismi che verificano la conformità di prodotti, servizi e professionisti, agli standard di riferimento, facilitandone la circolazione a livello internazionale.

Il Governo italiano il 22 dicembre 2009 lo designa come Unico Ente Nazionale di accreditamento. Inizia ad operare sotto la vigilanza del Ministero dello sviluppo economico, che ne dà ufficiale comunicazione il 30 aprile di quell’anno. Viene così autorizzato a rilasciare accreditamenti agli organismi di certificazione ed ispezione, ai laboratori di prova ed ai laboratori di taratura, per la valutazione della conformità di prodotti, sistemi o dispositivi di misura, con riferimento a standard internazionali ed europei riconosciuti.

Con ACCREDIA l’Italia si è adeguata al Regolamento (del Parlamento Europeo e del Consiglio dei Ministri) n. 765 del 9 luglio 2008, che, dal 1 gennaio 2010, viene applicato per l’accreditamento e la vigilanza del mercato in tutti i Paesi dell’Unione Europea. La sua nascita deriva dalla fusione di SINAL e SINCERT, alla quale successivamente si unisce SIT e arriva a compimento dopo un lungo e non lineare processo di unificazione dei tre enti, con il confluire di competenze e attività distribuite in tre dipartimenti: certificazione e ispezione, laboratori di prova, laboratori di taratura.

L’Ente è membro dei network comunitari e internazionali di accreditamento (EA – European co-operation for Accreditation, IAF – International Accreditation Forum, ILAC – International Laboratory Accreditation Cooperation). E’ firmatario dei relativi accordi di mutuo riconoscimento, in virtù dei quali le prove di laboratorio e le certificazioni degli organismi accreditati da Accredia, sono riconosciute e accettate in Europa e nel mondo.

Accredia ha 67 soci, che rappresentano tutte le parti interessate alle attività di accreditamento e certificazione, tra cui 9 Ministeri (Sviluppo Economico, Ambiente, Difesa, Infrastrutture e Trasporti, Interno, Istruzione, Lavoro, Politiche Agricole, Salute), 7 Enti pubblici di rilievo nazionale, i 2 Enti di normazione nazionali UNI e CEI, 13 Organizzazioni imprenditoriali e del lavoro, le associazioni degli organismi di certificazione e ispezione e dei laboratori di prova e taratura accreditati, le associazioni dei consulenti e dei consumatori, le imprese fornitrici di servizi di pubblica utilità, come Ferrovie dello Stato ed Enel.

L’ultima collaborazione instauratasi (tra il Garante per la protezione dei dati personali e Accredia),   in rapporto alle attività di accreditamento e certificazione previste dal Regolamento (artt. 42 e 43), è stata sottoscritta  dal Presidente del Garante, Antonello Soro e dal Presidente di  Accredia, Giuseppe Rossi. ll Regolamento Ue prevede e incoraggia l’istituzione di meccanismi per la certificazione della protezione dei dati personali, nonché di sigilli e marchi, allo scopo di dimostrare la conformità dei trattamenti effettuati dai Titolari e dai Responsabili del trattamento.

Accredia avrà il compito di attestare – in base alla norma di accreditamento UNI CEI EN ISO/IEC 17065:2012 (integrata da “requisiti aggiuntivi”, che saranno individuati dal Garante, sulla base delle linee-guida comuni, elaborate in seno al Comitato europeo per la protezione dei dati) la competenza  e l’adeguatezza degli Organismi che ne faranno richiesta, per certificare con maggiori garanzie i servizi di tutela della privacy.

BIBLIOWEB:

Accredia – Libro celebrativo 2009-2019 (PDF)
Accredia  - Brochure Istituzionale 2018 (PDF)
Convenzione Garante Dati Personali – Accredia (PDF)
Sito Accredia https://www.accredia.it/
https://accredia.archiui.it/inventario/
IAF website https://www.iaf.nu/
ILAC website https://ilac.org/about-ilac/
Il DPO, L’uomo della Privacy http://newmicro.altervista.org/?p=5287
Sangue ISO e non solo http://newmicro.altervista.org/?p=4734
Qualità e statistica in Laboratorio http://newmicro.altervista.org/?p=3737
ACCREDIA nuovi documenti e nuove norme http://newmicro.altervista.org/?p=1841

 Libro celebrativo 2009-2019 – Brochure Istituzionale 2018 - Convenzione Garante Dati Personali – ACCREDIA  (PDF)

Un Click per Leggere



Articoli correlati:

0
Marco Pradella

About the Author

sito web e modulo per contatto: www.labmedico.it
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni