Blog

Stress & Aggressioni. Prevenzione d’Europa

Posted by:

Stress & Aggressioni. Prevenzione d’Europa

Guida dell’Agenzia Europea: Stress, violenze ed aggressioni

Adottando il giusto approccio, è possibile prevenire e gestire, con efficacia, le situazioni lavorative caratterizzate da aggressioni e violenze, afferenti entrambe a rischi psicosociali ed allo stress lavoro-correlato. Su questo tema l’Agenzia Europea per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro (OSHA) ha pubblicato una guida elettronica ad hoc, disponibile gratuitamente sul proprio sito ufficiale.

Gestire lo stress non è solo un “imperativo morale” ed un buon “investimento”, per i datori di lavoro (sottolineato dall’Agenzia), ma anche un dovere giuridico, stabilito dalla direttiva europea quadro 89/391/CEE (nel nostro paese dal D. Lgs. 81/2008), ribadito dagli accordi quadro, tra le parti sociali, sullo stress lavoro-correlato e sulle molestie e la violenza sul luogo di lavoro. Il patto europeo per la salute ed il benessere mentale, evidenzia marcatamente il mutamento delle esigenze, le crescenti pressioni nei luoghi di lavoro, incoraggiando i datori di lavoro ad applicare ulteriori misure volontarie per promuovere il benessere mentale.

Il Ministero della Salute ha emanato una specifica Raccomandazione (numero 8, del novembre 2007) allo scopo di incoraggiare l’analisi dei fattori di rischio e prevenire gli atti di violenza, a danno degli operatori sanitari, attraverso misure che consentano di ridurre (se non eliminare) le condizioni di rischio. La corretta, puntuale e rigorosa applicazione della normativa, in materia di salute e sicurezza sul lavoro, permette di gestire la problematica attraverso percorsi concreti, quasi esaustivi, con la compilazione del Documento della Valutazione del Rischio (VDR).

Sebbene spetti ai datori di lavoro la responsabilità giuridica di garantire la corretta valutazione ed il controllo dei rischi, è indispensabile coinvolgere anche i lavoratori che, insieme ai loro rappresentanti, conoscono meglio i problemi che possono verificarsi nei luoghi di lavoro. La loro partecipazione può assicurare l’adeguatezza e l’efficacia delle misure adottate.

Il giusto approccio è il pre-requisito per prevenire e gestire situazioni difficili, indipendentemente dalle caratteristiche e/o dimensioni dell’impresa, adottando la stessa logica sistematica riservata ad altri temi di salute e sicurezza.

La guida elettronica per la gestione dello stress lavoro-correlato e dei rischi psicosociali, (disponibile in più versioni nazionali) fornisce informazioni al fine di promuovere la conoscenza, la comprensione e la gestione di queste problematiche. Tra i temi, la valutazione e l’azione sia preventiva sia correttiva, per migliorare la salute e la resilienza.  Vengono elencati i fattori di rischio sul lavoro, tra cui le relazioni negative, comprese le molestie e le violenze perpetrate da terzi, di ogni tipo: fisica, verbale o di minaccia.

Ideata per soddisfare le esigenze dei datori di lavoro e dei dipendenti delle piccole imprese (comunque utile in ogni contesto!), descrive compiutamente l’intero percorso per affrontare i rischi psicosociali sul luogo di lavoro grazie: 1) a semplici spiegazioni sulla natura dei rischi psicosociali e dello stress lavoro-correlato; 2) alla descrizione di effetti sulle imprese e sui lavoratori; 3) ad esempi pratici di come prevenire e affrontare i rischi psicosociali; 4) a riferimenti di legislazione nazionale e informazioni sulle risorse e sugli strumenti pratici disponibili.

I fattori di rischio sono rappresentati da tutti gli aspetti di progettazione, organizzazione e gestione del lavoro (con i rispettivi contesti ambientali e sociali) che, potenzialmente, possono arrecare danni alla salute psico-fisica del lavoratore. Tali fattori necessitano di adeguata valutazione e gestione, al fine di evitare l’instaurarsi di condizioni patologiche di disagio. Lo Stress da Lavoro Correlato (SLC) è sempre uno STRESS con due cause: contenuto e contesto lavorativo.

Altri agenti di rischio, esterni al lavoro, possono essere presenti: ad esempio rapporti conflittuali, mancanza di supporto o molestie. Le misure proposte dall’Agenzia, per ridurre questi rischi, comprendono il ripensamento degli ambienti di lavoro e delle mansioni svolte dagli aggrediti.

Tra le cause che possono scatenare atti di violenza nei confronti di operatori sanitari, possiamo elencare: la poca osservanza degli orari di visita dei parenti (con conseguenti aggressioni verbali e minacce, per chi tenta di far osservare le regole), il  poco rispetto (per lo più da parte dei congiunti) del lavoro degli operatori, gli  errori nell’atteggiamento o nel modo di relazionarsi con l’aggressore, la  pretesa di prestazioni medico-chirurgiche non condivise dall’operatore sanitario, il desiderio di vendetta, lo stress e la “fatica” per l’evento negativo.

Ecco perché, accanto a fattori “nocivi” tradizionali (chimici, fisici e biologici), per la salute del lavoratore, occorre valutare i rischi emergenti, quelli psicosociali, legati all’organizzazione. Le patologie correlate: stress, burn-out, mobbing, aggressioni, stanno diventando una delle principali cause di alterazione della salute sul posto di lavoro.

In letteratura è ampiamente documentato che in molte parti del mondo, in ambiente sanitario, sono aumentati gli episodi di violenza nei confronti del personale sanitario. Sono considerati “eventi sentinella”. Segnalano situazioni di rischio e vulnerabilità indicando la necessità di mettere in atto opportune misure di prevenzione e protezione dei lavoratori.

E’ illuminante un aforisma tratto dall’opuscolo OSHA:“ Un bene per te, un bene per l’Azienda”. Non aggiungiamo altro.

Testo (1)

Testo (2)

BIBLIOWEB:

Guida Elettronica alla gestione dello stress e dei rischi psicosociali – 2019 – European Agency for Safety and Health at Work (Agenzia Europea per la Sicurezza e Salute sul Lavoro) https://eguides.osha.europa.eu/stress/IT-IT/
Opuscolo OSHA – Insieme per la prevenzione e la gestione dello stress lavoro correlato
Nurses by night http://newmicro.altervista.org/?p=5098
L’Ordine per noi http://newmicro.altervista.org/?p=4914
Violenza in sanità http://newmicro.altervista.org/?p=3975
Sicurezza sul lavoro in Sanità http://newmicro.altervista.org/?p=3411
Non solo negli USA. Medice, cura te ipsum! http://newmicro.altervista.org/?p=1039
Antincendio News http://amicimedlab.altervista.org/?p=5872
Privacy e lavoro: il nuovo vademecum http://amicimedlab.altervista.org/?p=6844
Il Lavoro ai tempi del Burn Out http://amicimedlab.altervista.org/?p=6136



Articoli correlati:

0
Sandro Pierdomenico

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni