Blog

Aggiornamento diagnostico sulla Malaria

Posted by:

Aggiornamento diagnostico sulla  Malaria

Una panoramica dal punto di vista diagnostico

Come sottolinea il nome, “mal aria”, siamo di fronte ad un argomento italiano “per eccellenza”, che non può (e non deve) essere sottaciuto quando si vogliono trattare le malattie da vettore. Non a caso l’OMS dedica, alla problematica, risorse e Report annuali. Ma questa volta vogliamo approfondire il tema  dal punto di vista diagnostico, da laboratoristi.

L’emoscopia (preparazione striscio sottile e goccia spessa) è considerata da sempre il gold standard per la diagnosi di malaria. Ha però un grosso limite: è operatore dipendente. Numerosi lavori scientifici hanno “stressato” questo concetto, dimostrando come l’emoscopia, valutata da un esperto, possa in alcuni casi mostrarsi più sensibile di 100 volte, rispetto alla valutazione di un altro microscopista meno competente.

Dagli anni novanta, la tecnologia è venuta in aiuto al microbiologo, fornendo “tool” diagnostici che hanno sicuramente aiutato a consolidare la diagnosi, pur non arrivando, fino a poco tempo fa, ai livelli di sensibilità forniti da un operatore veramente esperto, da un cosiddetto “ manico” del microscopio.

Negli ultimi anni, la disponibilità di metodi molecolari isotermici, come la metodica LAMP (Loop mediated isothermal amplification), hanno reso disponibile anche alle strutture sanitarie non specialistiche metodi diagnostici altamente sensibili, per la prima volta addirittura più sensibili di una emoscopia valutata da un esperto.

Questa rivoluzione tecnologica è un bene o un male?  E’ una domanda complessa, a cui non è sufficiente un monosillabo per rispondere. E’ questo il motivo che ha portato, all’interno del corso NewMicro del 1°dicembre 2018, di Desenzano (Malattie Parassitarie da Vettore: problematiche sanitarie in pianura padana), a  riservare lo spazio di una relazione su questo argomento.

Sono stati passati in rassegna gli attuali presidi diagnostici a nostra disposizione, le loro luci e le loro ombre. Si è parlato di come l’emoscopia sia dipendente non solo da chi osserva, ma anche da variabili preanalitiche, prime tra tutte la temporalità del prelievo e l’aver assunto in precedenza, farmaci, anche non eziologici, sottolinenado i limiti, in particolare nella diagnosi delle forme “non falciparum”, dei test  rapidi immuno-cromatografici (RDT) e, all’opposto, come una eccessiva sensibilità di altre metodiche, possa essere fonte di confusione invece che di chiarezza.

Spesso la soluzione è l’integrazione di differenti metodi, in un protocollo diagnostico multistep.

Paradossalmente, la diffusione di procedure semplici e molto sensibili, porta all’aumento di casi di difficile interpretazione, imponendo l’utilità di una consulenza da parte di centri di riferimento specifici: un lavoro di rete, quindi, a garanzia di omogeneità e (speriamo) qualità della diagnosi, nei territori che promuoveranno questo nuovo approccio metodologico.

Concludendo, propongo di sfogliare le diapositive allegate, per integrare e “fissare” i concetti, sperando di non abusare della Vostra pazienza.

Buona “visione”!

BIBLIOWEB:

Grande R.  Aggiornamento diagnostico sulla Malaria, in Atti del corso “Malattie Parassitarie da Vettore: problematiche sanitarie in pianura padana” - Desenzano del Garda, 1°dicembre 2018 (Ppt-FlipBook allegato)
Recommended selection criteria for procurement of malaria rapid diagnostic tests http://www.who.int/malaria/publications/atoz/rdt_selection_criteria/en/
Desenzano Approved http://newmicro.altervista.org/?p=4900
Diagnostica della Malaria a Pordenone  http://newmicro.altervista.org/?p=5001
Malaria Capillare   http://newmicro.altervista.org/?p=4528
Malaria: diagnosi di qualità http://newmicro.altervista.org/?p=3171
Malaria News   http://newmicro.altervista.org/?p=2297

 Aggiornamento diagnostico sulla malaria – R. Grande, Desenzano del Garda, 1 Dicembre 2018 (PPT-FlipBook)

Un Click per Leggere


 


Articoli correlati:

0
Romualdo Grande

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni