Blog

Sepsi e Sepsi sempre e fortissimamente Sepsi

Posted by:

Sepsi e Sepsi sempre e fortissimamente Sepsi

Parafrasando Vittorio Alfieri, nella Lettera responsiva a Ranieri de’ Casalbigi (Siena, 6  Settembre 1783), nella quale il poeta esprimeva la sua volontà di diventare autore (tragico), anche noi prendiamo “il fermo impegno che assumiamo con noi stessi, di compiere ogni sforzo per combattere la sepsi”. Siamo convinti di dover destinare buona parte delle risorse mentali a quello che rischia di essere “il problema” sanitario emergente.

In tutto il mondo c’è (finalmente) un impegno consistente nella lotta alla sepsi, anche perché la patologia, complice il ritardo organizzativo, l’antibiotico resistenza, l’inadeguata adozione di Antimicrobial Stewardship è diventata “la patologia” principale dei paesi sviluppati e non.

A livello di comunicazione multimediale, proprio come è successo per AIDS e Zika, sono in via di realizzazione (o realizzati) link-Web dedicati. Anche JAMA, il prestigioso journal del “American Medical Association”, dopo gli articoli del 2016, che proponevano una  rivisitazione della “galassia sepsi” e che hanno di fatto imposto un adeguamento a livello mondiale della lotta alla patologia, ha dichiarato guerra mediatica alla stessa, allestendo una intera sezione del suo website alla sepsi.

Nel nostro piccolo, come NewMicro, abbiamo recentemente dedicato al tema un convegno (Verona 16 dicembre 2017) nel quale sono stati rivisitati gli scenari Hub & Spoke in funzione di questi gruppi di rischio, che sintetizzano il problema delle urgenze. Il sito riporta da tempo articoli e “focus” sui diversi aspetti della sepsi e non potrebbe essere altrimenti, in considerazione degli obiettivi che inevitabilmente la Microbiologia si deve porre. E non solo.

Mi (ci) gratifica che il Professor Ercole Concia, oltre alla disponibilità della partecipazione al Convegno, ci abbia fornito le diapositive presentate in allegato. Affrontano il tema dal punto di vista del Clinico, sia per quanto attiene alle criticità, sia per le potenzialità di cura. Ci ricorda che tra i fattori prognosticamente sfavorevoli, c’è ancora il trattamento intempestivo ed inadeguato.

Focalizzando l’attenzione sulle nuove definizioni ed in particolare sul nuovo bundle clinico, il Quick-SOFA, ci ricorda l’importanza del germe in causa, il primo target microbiologico, con le variazioni tra continenti, con un ecoambiente microbico con caratteristiche territoriali marcate, come documentato abbondantemente a livello europeo anche da ECDC.

Ma il cuore della relazione è senz’altro l’antibioticoterapia, condizionata com’è dall’aumento delle resistenze batteriche (MDR, PDR, XDR) e dalla marcata riduzione della ricerca e sviluppo di nuovi antibiotici. La scelta della terapia empirica delle sepsi per tipologia di paziente e quella mirata per germe, ci aiuta a districarci tra le limitazioni che le caratteristiche del paziente e le modalità di somministrazione della terapia ci causano (inevitabilmente).

La relazione è un vero e proprio “distillato” di clinica, immunologia e microbiologia. E’ sicuramente il valore aggiunto che il Prof. Concia ci offre, in condivisione. E’ l’esperienza clinica che serve in una patologia a rapida evoluzione (infausta) e che non possiamo proprio disattendere.

Facciamone tesoro.

BIBLIOWEB:

JAMA Sepsis Website   https://sites.jamanetwork.com/sepsis/
Christopher W. Seymour,  Vincent X. Liu,  Theodore J. Iwashyna, et alAssessment of Clinical Criteria for sepsis and Septic Shock For the Third International Consensus Definitions for Sepsis and Septic Shock (Sepsis-3)  https://jamanetwork.com/journals/jama/fullarticle/2492875
Manu Shankar-Hari, Gary S. Phillips, Mitchell L.Levy, et al – Developing a New Definition and Assessing New Clinical Criteria for Septic Shock For the Third International Consensus Definitions for Sepsis and Septic Shock (Sepsis-3) https://jamanetwork.com/journals/jama/fullarticle/2492876
Gravidanza o Parto a rischio http://newmicro.altervista.org/?p=331
La Sepsi 4.0 http://newmicro.altervista.org/?p=3765

 La Sepsi: Criticità e Potenzialità dal punto di vista Clinico – E. Concia, 16 Dicembre 2017 (Ppt-FlipBook)

Un Click per Leggere



Articoli correlati:

0
Elisa Vian

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni