Blog

Urine: ACR e PCR quando come e perché

Posted by:

Urine: ACR e PCR quando come e perché

L’esame urine è uno dei simboli con cui si identifica il laboratorio, fin dalle origini anche se ha vissuto nel tempo alterne fortune. Una delle rivoluzioni che ha accompagnato tale esame è stata sicuramente l’adozione delle strisce reattive, anche se tale scelta ha causato la flessione della richiesta, per l’esecuzione dell’esame stesso. Ma dopo la flessione, la funzione di consultant svolta dal laboratorio è emersa clamorosamente.

E’ quanto sottolineato da Maria Grazia Alessio, nella sua relazione ad Urinology 2017, che fa “il punto” sulla situazione. Ci accompagna da Senior Consultant, passo passo, nelle acquisizioni concettuali prima che tecnologiche, del “nuovo” esame-urine-completo. Ovviamente la ringraziamo (come pure il GIAU) per la disponibilità dimostrata, da sempre e per le sue diapositive, che rendono semplici i contenuti più complessi.

Le competenze tecnologiche del laboratorio hanno cambiato il modo di interpretare l’esame urine: si pensi all’avvento dei citofluorimetri urinari. Nel contempo si sono ancor più evidenziati gli ambiti di consulenza professionale del laboratorio, che ha grandi responsabilità interpretative: il danno renale precede l’alterazione della funzionalità (solitamente in un soggetto che è quasi sempre asintomatico) ed il laboratorio propone “nuovi” parametri di valutazione.

Con queste premesse, la misura della proteinuria ha un valore fondamentale per il riconoscimento precoce del danno renale. La ricerca di proteinuria con metodi affidabili e sensibili, può fare la  differenza tra una diagnosi (precoce) e una mancata diagnosi, con ricadute significative in termini di qualità e durata di vita di un paziente e per i significativi costi sociali ed economici.

Non a caso le Linee Guida nazionali (23 – Identificazione, prevenzione e gestione della malattia renale cronica dell’adulto) evidenziano, attraverso due quesiti, le problematiche legate ai rapporti Albumina /Creatinina e Proteina /Creatinina, essenziali nella valutazione della funzionalità renale. Il primo (quesito) chiede quali siano la sensibilità e la specificità delle strisce reattive, per individuare proteine e sangue nelle urine dei pazienti. Il secondo quali i vantaggi (precisione e costi) della misura di ACR e PCR urinari, nel quantificare la proteinuria.

Già la LG sottolineava lo scarso ruolo delle strisce reattive, per l’identificazione di proteinuria ed ematuria. Veniva anche raccomandata la determinazione del rapporto albuminuria/creatininuria (ACR), soprattutto in caso di bassi livelli di proteinuria, con l’adozione del rapporto Proteinuria/Creatininuria (PCR). L’Albuminuria è un importante fattore predittivo del rischio di malattia renale cronica e cardiovascolare: risulta significativa già da 10 mg/g di ACR. L’importanza del PCR è dettata anche dalla individuazione della proteinuria di Bence Jones, non evidenziabile con ACR o strisce reattive.

Appare evidente quindi che la Striscia reattiva, o dipstick come la chiamiamo oggi, rappresenta un metodo totalmente inadeguato per la valutazione della proteinuria. Allo stesso modo, manca sufficiente documentazione bibliografica sul suo utilizzo nella definizione di ematuria.

L’attività di consultant si accentua nella valutazione dell’esame, rapportato a situazioni fisiologiche e cliniche assai variegate: dalla gravidanza all’ipertensione, dalla proteinuria asintomatica del bambino a quella ortostatica, dal diabete all’interferenza possibile di contaminanti. E questi sono solo alcuni dei punti della relazione, presentata ad inizio articolo. Motivo in più per sfogliarla: bere dalla fonte fornisce risultati migliori, sempre !

BIBLIOWEB:

Esame Urine Automazione Valore Aggiunto  http://newmicro.altervista.org/?p=3278
Luci ed ombre, per il laboratorio, nella nefropatia diabetica  http://newmicro.altervista.org/?p=2870
Linee Guida Esame Urine: propone GIAU http://newmicro.altervista.org/?p=1121
Infezioni delle Vie Urinarie & Malattie infettive  http://newmicro.altervista.org/?p=3629
Emofilo & urine http://newmicro.altervista.org/?p=2461
Cosa cambia in laboratorio http://newmicro.altervista.org/?p=2946
Albuminuria e rischio Demenza http://newmicro.altervista.org/?p=2319
Linea Guida 23: “Identificazione, prevenzione e gestione della malattia renale cronica dell’adulto” ISS  https://www.fadoi.org/wp-content/uploads/2017/05/linee-guida-Malattia-renale-cronica-adulto.pdf

 URINOLOGY 2017  - U-ACR e PCR : quando, come e perchéVenezia 15 / 16 giugno (ppt-FlipBook)

Un Click per Leggere

 


Articoli correlati:

0
Michele Schinella

About the Author

Email: [email protected]
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni