Blog

Linee guida e rischio biologico in Anatomia Patologica

Posted by:

Linee guida e rischio biologico in Anatomia Patologica

Pubblicate le Linee guida della Conferenza Stato Regioni

Uno dei servizi “storici” in medicina è sicuramente quello di Anatomia patologica, al punto di identificare la formazione ECM con un quadro rappresentante una dissezione anatomica (“la lezione di anatomia del Dr. Nicolaes Tulp” di Rembrandt). Molto si è modificato, nel corso degli anni, della classica  attività diagnostica su organi o campioni di organi (tessuti, cellule, liquidi biologici ecc.) in vivo o su cadavere, fino alle nuove tecnologie “omiche”. Inevitabilmente si modificano i requisiti strutturali, i locali e gli spazi che devono essere correlati alla tipologia  ed al volume delle prestazioni erogate.

Di particolare interesse quindi quanto approvato dalla Conferenza stato regioni il 9 novembre (2017): “Linee guida per la prevenzione del rischio biologico nel settore dei servizi necroscopici autoptici e delle pompe funebri” che integra sia la legge 81/2008 che la 24/2017 (legge “Gelli”).

La valutazione del  Rischio (L 81/2008) e della Sicurezza passa inevitabilmente  per i materiali di utilizzo e per la strumentazione “accessoria”, in dotazione: vuol dire gestire non solo i banchi da laboratori, ma processatori e coloratori automatici, cappe aspiranti, dispensatori di paraffina (automatici), frigoriferi/congelatori,  stufe ed essiccatori,  criostati, microtomi,  centrifughe e cito-centrifughe, bagni stendi-fettine, bilance analitiche e tecniche per arrivare infine allo strumento principe, il microscopio.

Oltre ai locali “tipo” di laboratorio (accettazione materiali – riduzione pezzi e preparazione campioni – inclusione, colorazione e montaggio preparati – osservazione microscopica), particolare attenzione va riservata all’archivio (locale  idoneo alla gestione di istoteca, citoteca, blocchetti in paraffina, conservazione di materiale autoptico). La sala autoptica caratterizza il servizio e deve essere distinta dai depositi e dalle aree di osservazione. Il tavolo settorio ed il suo posizionamento devono permettere un’agevole esecuzione delle tecniche autoptiche ed una corretta eliminazione dei “liquami”. Le porte di accesso devono prevedere comando di apertura automatizzato.

Al connubio con la educazione/formazione abbiamo già accennato: vale la pena sottolineare che il personale sanitario, laureato e/o tecnico, deve essere adeguato al volume ed alla tipologia delle prestazioni erogate. Altri Requisiti:  a) un regolamento interno o linee guida per lo svolgimento delle principali attività di gestione, concordati con i servizi competenti (collegamento funzionale in modo preferenziale con i blocchi operatori per le prestazioni istopatologiche e con l’area mortuaria per l’attività autoptica); b) un regolamento/elenco di tutte le prestazioni effettuate; c) un manuale delle procedure diagnostiche (modalità di richiesta e di raccolta, trasporto e conservazione del campione, descrizione delle fasi preliminari, caratteristiche e descrizione del metodo, tipologia di trasmissione e consegna del referto);  d) documentazione scritta riguardante l’attività di controllo di qualità, interno ed esterno.

Conoscere ed osservare tutte queste caratteristiche può consentire l’affido, tramite apposite convenzioni (il service), del Servizio di Anatomia Patologica anche esternamente al presidio. 

BIBLIOWEB:

Conferenza stato regioni: “Linee guida per la prevenzione del rischio biologico nel settore dei servizi necroscopici autoptici e delle pompe funebri”,  9 novembre 2017 (in PDF-FlipBook allegato)
http://www.regioni.it/sanita/2017/11/14/conferenza-stato-regioni-del-09-11-2017-approvazione-delle-linee-guida-per-la-prevenzione-del-rischio-biologico-nel-settore-dei-servizi-necroscopici-autoptici-e-delle-pompe-funebri-538937/

 Linee guida in Anatomia Patologica – Conferenza Stato Regioni, 9 Novembre 2017 (PDF-FlipBook)

Un Click per Leggere



Articoli correlati:

0
Marco Pradella

About the Author

sito web e modulo per contatto: www.labmedico.it
Go To Top
AVVERTENZA: Questo sito web utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore agli Utenti Maggiori informazioni